Internet casa: cosa valutare per scegliere l’offerta migliore

Avere una linea internet domestica è fondamentale, soprattutto quando non serve solo per l’intrattenimento, ma anche per attività importanti come lo studio o il lavoro.

Avere una linea internet domestica  oggi è diventato fondamentale. Internet, infatti, non serve solo per l’intrattenimento, ma anche per attività importanti come lo studio o il lavoro. Tuttavia, scegliere l’offerta giusta è tutt’altro che semplice.

Sul mercato se ne trovano tantissime, proposte da operatori differenti, che variano non solo per i costi, ma anche per i servizi, la velocità di connessione, il tipo di tecnologia utilizzata, ecc.

Con o senza linea fissa?

Uno dei fattori da valutare quando si confrontano le offerte wifi casa e si sceglie quella più adatta alle proprie esigenze, anche grazie a piattaforme online come Facile.it, è la presenza della linea telefonica fissa.

In passato, la maggior parte delle offerte internet includeva una linea fissa con minuti di telefonate, ma con l’aumento della diffusione degli smartphone, le esigenze dei consumatori sono cambiate. Molti operatori, pertanto, offrono pacchetti senza linea fissa, ideali per chi preferisce utilizzare il proprio smartphone per le chiamate invece del telefono di casa.

Servizi accessori

Per valutare l’effettiva convenienza di un’offerta internet, è fondamentale considerare anche i servizi accessori inclusi nel canone e quelli disponibili, da aggiungere al contratto pagando un sovrapprezzo.

Tra i servizi optional solitamente inclusi nelle offerte per la connessione internet domestica, ci sono quelli che riguardano l’offerta smartphone, per esempio i Giga illimitati su mobile senza costi aggiuntivi. Inoltre, molte offerte internet includono dei pacchetti Pay TV.

Infine, tra i diversi servizi aggiuntivi è possibile citare i programmi fedeltà che premiano la lealtà del cliente con vantaggi esclusivi, come degli sconti al rinnovo o dei premi offerti da aziende partner dell’operatore.

Adsl o Fibra?

Quando si parla di connessione a internet domestica è necessario distinguere tra connessione Adsl e fibra.

La prima (Asymmetric Digital Subscriber Line) è una tecnologia che consente la trasmissione dei dati per la commissione ad internet utilizzando le linee telefoniche tradizionali che dunque sfruttano il doppino telefonico.

La seconda, invece, è una tecnologia più avanzata, di trasmissione dei dati che utilizza non il doppino telefonico, ma dei filamenti in fibra di vetro oppure di polimeri plastici che sono in grado di trasportare la luce. Il loro utilizzo all’interno dei cavi permette una trasmissione dei dati molto velocemente rispetto alla prima tecnologia.

Pertanto, la differenza che intercorre tra Adsl e fibra è strutturale, la quale si ripercuote ovviamente anche sulla velocità di connessione. Infatti, utilizzando l’Adsl è possibile navigare fino a una velocità massima di 20 mega, invece utilizzando la fibra ottica è possibile navigare fino a 1000 mega.

Abbonamento o tariffa a consumo?

Tra le tipologie di tariffe, quella in abbonamento è una soluzione ampiamente utilizzata da chi utilizza la connessione a internet in maniera costante. Per queste persone, non si tratta solamente di avere una tariffa economicamente vantaggiosa, ma una velocità di connessione decisamente elevata, necessaria a chi usa internet per lavoro o studio.

Le tariffe a consumo, invece, sono consigliabili per chi non utilizza quotidianamente il Pc, oppure preferisce lo smartphone per connettersi a internet e, conseguentemente, non ha bisogno di una connessione rapida e performante.

Tuttavia, è necessario precisare che le offerte internet a consumo ricaricabili ormai sono sempre più rare, anche se è ancora possibile trovarle sul mercato.