Beauty Top 

Manicure a casa o dall’estetista? Quale conviene e quali sono gli strumenti necessari per mantenere le unghie perfette

Negli ultimi anni le unghie sono diventate dichiarazione di identità e consapevolezza; riscuotono attenzione e comunicano carattere, sicurezza, persino desideri e intenzioni.

Le mie amiche hanno unghie perfette che sfoggiano e cambiano a ogni occasione: il Rouge Noir alla cena del venerdì sera, elegante come il famoso smalto di Chanel; le unghie multicolore all’aperitivo in lingua inglese (molto internazionale!); la French manicure, raffinata e naturale al tempo stesso, dall’ufficio alla palestra; l’intramontabile rosso scarlatto o il Baby Boomer, un rosa che sfuma nel bianco in modo gentile, ma con le punte affilate per contrasto (per gli appuntamenti, anche business), per non parlare del glitterato argento delle serate in discoteca.

 

Negli ultimi anni le unghie sono diventate dichiarazione di identità e consapevolezza; riscuotono attenzione e comunicano carattere, sicurezza, persino desideri e intenzioni.

 

Per averle perfette, non è sempre indispensabile andare dall’onicotecnica (l’”estetista delle unghie”, una figura professionale che svolge un lavoro di cura dell’unghia, oltre a quello estetico).

Si può imparare a tenere le unghie curate utilizzando un buon set manicure e trattando le unghie seguendo tutti i passaggi di una corretta manicure.

Prima di iniziare, assicuriamoci che il nostro set contenga i prodotti indispensabili:

  • un detergente delicato per pulire mani e unghie prima della manicure;
  • cotone idrofilo;
  • una bacinella con dell’acqua tiepida;
  • una lima;
  • forbicine;
  • bastoncino spingicuticule;
  • olio o trattamento rinforzante;
  • smalto per unghie;
  • Top coat (facoltativo, ma costa poco e rende un effetto molto professionale);
  • crema per le mani o olio di mandorle.

Prendetevi il vostro tempo e considerate quest’attività non come un compito, ma un momento creativo e di relax.

E ora possiamo cominciare, procedendo con ordine:

  • Lavorare le cuticole (le tanto odiate “pellicine delle unghie”!) con un impacco idratante ed emolliente a base di acqua e crema mani.
  • Respingere le cuticole con un bastoncino sterilizzato, fino alla base delle unghie, e tagliare gli eccessi con le forbicine. Il bastoncino spingicuticole, in legno oppure acciaio, è indispensabile!
  • Stendere l’olio rinforzante sulle unghie. Si asciuga rapidamente e si trova in boccette simili a quelle degli smalti, con pennellino;
  • scegli il colore e vai di smalto! Nel 2024 non ci sono limiti per quanto riguarda il colore: dalle unghie verdi al nero, al blu, all’arancio… oggi puoi usarli tutti, anche alternandoli sulla stessa mano. Ricordano un po’ le creste punk inglesi degli anni Ottanta, ma il punk in fondo è entrato anche nella nostra cultura, donando libertà.
  • L’unico limite è anche un plus: la precisione! Niente sbavature, mi raccomando.
  • Aspettare che lo smalto si asciughi (oggi ce ne sono a rapida asciugatura, perfetti per le vite impegnate e scattanti degli anni Duemilaventi);
  • coprire con top coat;
  • coccolarsi con una crema profumata o olio di mandorle, per ammorbidire la pelle e godersi le proprie mani perfette!

Sicuramente una volta finito il lavoro, andrete orgogliose del risultato. Vale sicuramente la pena di provare, perché anche il risparmio economico ha la sua parte: per ogni seduta fatta in casa, si risparmiano tra i 15 e i 40 Euro e se anche non volete rinunciare al vostro appuntamento dall’estetista, sempre meglio tenere in casa per le emergenze un kit fai da te: per i ritocchi tra una manicure e l’altra.

Lo dico anche per le mie amiche 😉

 

Foto di apertura di Valeria Boltneva