La rivoluzione della smart home: come trasformare la tua casa

Un tempo considerate futuristiche, le “case intelligenti”, dotate di sistemi tecnologici il più delle volte gestiti semplicemente dal proprio cellulare, sono oggi una realtà accessibile a tutti.

Entrare in casa e trovarla già in sintonia con le tue esigenze, illuminata, il riscaldamento regolato, gli elettrodomestici pronti per l’uso: non è solo un sogno futuristico, ma la realtà sempre più accessibile della smart home.

Si tratta di “case intelligenti” dotate di sistemi tecnologici moderni che il più delle volte possono essere gestiti dal proprio cellulare. Un tempo considerate futuristiche, oggi in realtà questi strumenti si stanno diffondendo sempre di più e probabilmente in casa ne abbiamo già qualcuno.

Dagli elettrodomestici autoregolanti, le luci che possono essere controllate con assistenti vocali ai kit videosorveglianza wifi da collegare al cellulare, così da vedere da remoto ciò che accade: la smart home è una realtà ormai possibile per chiunque.

I mezzi principali per controllare i dispositivi di casa

Per rendere la propria casa più smart i dispositivi hanno necessità di collegarsi a qualcosa, per poter essere controllati con semplicità. Uno dei mezzi più utilizzati è l’uso delle app da cellulare, disponibili sia su iOS che Android.

Google Home, ad esempio, consente la gestione centralizzata di casa, sebbene con funzionalità limitate. Gli assistenti vocali, come Google Assistant, Siri e Alexa sono spesso molto utilizzati.

Usando infatti comandi vocali, essi semplificano la gestione di tutti i dispositivi potendo utilizzare un unico strumento, senza impegno e offrendo persino la possibilità di personalizzare i comandi.

Si potrà quindi ad esempio accendere la tv, spegnere e accendere le luci di casa, o far partire qualche elettrodomestico semplicemente chiedendo a voce di farlo.

Non solo il controllo centralizzato: a rendere smart le proprie case talvolta è l’automazione di alcuni dispositivi. Un esempio lampante è la lavatrice in grado di regolare automaticamente quantità di acqua ed energia da utilizzare in base al peso del carico o la possibilità di impostare orari per far partire la lavastoviglie.

L’innovazione però non si sta fermando e ad oggi ci si sta già interrogando in che modo coinvolgere l’AI, o intelligenza artificiale, ultima novità in campo digitale, per rendere tutto questo ancora più smart.

Come creare una smart home in modo semplice

Per riuscire a rendere più smart la propria casa bastano davvero pochi passaggi, in quanto ad oggi quasi tutti i dispositivi elettronici sono implementati con questi nuovi sistemi per adattarsi alle esigenze del mondo moderno.

Per riuscire a usufruirne, come prima cosa, è necessario disporre di una copertura Wi-Fi affidabile che arrivi in ogni angolo della casa, assicurandosi che i dispositivi IoT abbiano accesso costante alla rete.

Ogni dispositivo avrà poi le proprie caratteristiche e sistemi di controllo, anche se ormai tutti possono essere in qualche modo collegati ad assistenti vocali e al proprio smartphone, spesso raggruppando tutto anche in una singola app.

Il resto del lavoro sarà solo quello di trovare e acquistare questi dispositivi. Per la sicurezza di casa, ad esempio, esistono moltissimi kit videosorveglianza wifi che trasmettono anche in tempo reale le immagini catturate al proprio cellulare usando la rete internet di casa.

Sul mercato è possibile trovare anche tantissime tipologie di lampade e lampadine diverse, con sistemi smart per la regolazione dell’intensità, del colore o per il controllo da remoto.

Sono molto diffusi anche adattatori di corrente a cui collegare i propri elettrodomestici, sempre per riuscire a regolare con un semplice tocco su schermo la quantità di risorse energetiche da far utilizzare e il loro spegnimento.

Il vantaggio di queste prese sta quindi nel fatto che con una spesa minima è possibile adattare alla smart home anche elettrodomestici datati, che non posseggono alcuna di queste risorse in autonomia.

Se invece si è in vena di rinnovamento e di nuove spese, le possibilità sono ampissime. Lavatrici, lavastoviglie o addirittura macchine del caffè possono collegarsi al cellulare o all’assistente vocale per essere avviati da remoto, esistono inoltre tapparelle automatizzate che se regolate si aprono e si chiudono a determinati orari o termostati intelligenti che regolano automaticamente la temperatura dentro casa.

Smart home: perché conviene

Investire in una smart home offre un’esperienza abitativa più ricca e funzionale, il cui vantaggio principale è sicuramente il comfort, ma non è l’unico. La gestione intelligente della musica e dello streaming TV attraverso comandi vocali o dispositivi mobili, infatti, è solo l’inizio.

I nuovi elettrodomestici, come frigoriferi e forni smart, arricchiscono la vita quotidiana offrendo funzionalità avanzate e un’ampia varietà di utilizzi, in grado di migliorare di gran lunga le possibilità creative e l’assistenza in cucina.

I dispositivi smart, come interruttori e luci, consentono di controllare la casa in modo innovativo, permettendo così una gestione totale dei consumi. Le smart camera, integrate con serrature intelligenti, permettono il controllo remoto dell’accesso alla casa, offrendo sicurezza e praticità.

Oltre al lato pratico, una smart home offre quindi un risparmio energetico significativo grazie all’ottimizzazione dei consumi. La domotica consente di gestire in modo preciso l’illuminazione, la temperatura e l’energia utilizzata dagli elettrodomestici, riducendo così i costi delle bollette.

Inoltre, la sicurezza è potenziata attraverso sensori di movimento, allarmi e telecamere di sorveglianza controllabili a distanza. Tutto questo è pensato, dunque, per migliorare la qualità della vita quotidiana, offrendo comodità, praticità, supporto ed efficienza.