Come proteggere gli occhi dalla luce blu: gli occhiali Nowave e altri accorgimenti

Occhiali per proteggere gli occhi dalla luce blu emessa da dispositivi LCD e LED, come smartphone, tablet, TV, PC e sistemi di illuminazione a basso consumo energetico, sono diventati oggi indispensabili.

Siamo costantemente esposti alla luce blu e ai suoi effetti dannosi.

Tecnicamente invisibile perché compresa tra i 380 nm e i 500 nm, ma con una frequenza ed energia più elevate a causa della lunghezza d’onda corta, la luce degli schermi può procurare irritazione agli occhi, secchezza oculare e stanchezza visiva; inoltre inibisce la produzione della melatonina, interferendo con l’orologio biologico e il ritmo circadiano sonno-veglia con effetti sull’organismo che vanno dal mal di testa all’insonnia e disturbi del sonno.

In soggetti predisposti può portare a patologie molto serie sul lungo periodo, come miopia, cataratta e maculopatia, una grave degenerazione del tessuto retinico.

Come proteggersi dalla luce blu?

 

Nowave, azienda made in Italy con sede a Genova, fondata nel 2016 da due digital addicted che per primi hanno sentito l’esigenza di proteggere i propri occhi dalla luce blu degli schermi senza dover rinunciare ai dispositivi della nostra era, ha creato degli occhiali anti luce blu disponibili online e attraverso la consulenza in negozio di ottici partner in tutta Italia.

L’obiettivo è soddisfare le esigenze sia di coloro che trascorrono ogni giorno tante ore davanti al monitor, sia di chi tiene particolarmente al proprio look e in un occhiale valuta anche l’aspetto estetico.

 

Gli occhiali Nowave con lenti anti luce blu hanno montature leggere, moderne, fashion e anche intriganti. Al trattamento contro la luce blu, si può aggiungere quello fotocromatico a tutti gli occhiali, così da avere due occhiali in uno: occhiali da PC che diventano occhiali da sole.

 

Sul sito si trovano modelli adatti a visi tondi, ovali o squadrati per un look giovane o serio,  ma sempre contemporaneo. Molto efficace la prova virtuale: si carica una propria foto e poi la app vi sovrappone l’occhiale che si sta considerando. Sembra quasi di indossarli davvero e il risultato è molto vicino alla realtà, anzi una volta ricevuti non solo non si hanno spiacevoli sorprese, ma in genere dal vivo stanno meglio.

E se invece non dovessero piacere, il reso è gratuito entro 30 giorni (come la spedizione).

Non voglio lasciarvi senza qualche altro semplice consiglio per i nostri preziosi occhi:

–       È preferibile non guardare monitor e schermi dei cellulari subito prima di addormentarsi, e se lo fate potete convertire nelle impostazioni dello smartphone la luce emessa scegliendo la modalità notturna, meno aggressiva;

–       Al mattino aspettate a fiondarvi sul cellulare: abituate gli occhi, che sono stati nell’oscurità, gradatamente alla luce per non procurargli degli shock visivi;

–       Aggiustare la luminosità: se uno schermo è troppo brillante rispetto alla luce dell’ambiente i nostri occhi sono costretti a lavorare molto di più. Abbassate la luminosità di computer, iPad o smartphone e non utilizzateli mai in una stanza buia.

–       Bere molta acqua mantiene gli occhi idratati (come il resto dell’organismo, e l’acqua, lo sappiamo, è vita);

–       Ricordate di sbattere le palpebre e fate una pausa ogni venti minuti di lavoro guardando un oggetto o un punto lontano per circa 20 secondi. In questo modo, guardando lontano, aiuterete i vostri occhi a rilassarsi.

–       Mantenete la giusta distanza dai device: per il computer, circa la lunghezza del proprio braccio, 60 cm; dalla TV da un minimo di 2 metri e mezzo fino a 4 metri, a seconda delle dimensioni dello schermo. Per i cellulari, considerate gli stessi 30 cm suggeriti per i libri.

–       E ovviamente usate dei buoni occhiali anti luce blu!

 

Ora che avete conosciuto un po’ il mondo di Nowave, se volete scoprire anche il dietro le quinte, trovate questo video dello shooting fotografico 2021 con modelli/e che con gli occhiali stanno ancora meglio:

 

E a me come stanno?