Pieces of Venice, dall’amore per Venezia al design per il sociale

“Pieces of Venice” vince il XXVI Compasso d’Oro, nella categoria Design per il sociale.

All’interno degli spazi del nuovo ADI Design Museum di Milano è stato assegnato alla Benefit Company Pieces of Venice il XXVI Compasso d’Oro, nella categoria Design per il sociale. Pieces Of Venice è un progetto di ‘Impresa Circolare’ ideato dalla creatività di Luciano Marson e sviluppato insieme alla moglie Karin Friebel, nato dall’ amore per la città di Venezia.

Dal riciclo di materiali dismessi della laguna di Venezia è nato il progetto di design Pieces of Venice al quale, pochi giorni fa, è stato assegnato l’importante Compasso d’oro 2020, premio istituito nel lontano 1954 dal creativo Giò Ponti e oggi riconosciuto a livello mondiale.

Tra i parametri di valutazione oltre all’ originalità, l’innovazione funzionale e i materiali impiegati, viene data particolare attenzione ai progetti che esprimono rispetto ambientale, valore pubblico e sociale, cura per l’usabilità, interazione e design for all.

Il progetto di ‘Impresa Circolare’ è stato ideato e sviluppato da Luciano Marson insieme alla moglie Karin Friebel.

“Il mio background di imprenditore attento alla bellezza ha influenzato tantissimo Pieces Of Venice” precisa Luciano Marson nel corso della conferenza stampa svoltasi nell’elegante cornice dello show room MIG di via della Spiga a Milano, che attualmente ospita l’intera collezione.

“Ho chiamato a raccolta amici designer con i quali non avevo mai direttamente collaborato, che hanno colto subito lo spirito e l’obiettivo del progetto offrendo il proprio prezioso contributo dove ogni piccolo dettaglio, packaging compreso, riflette la cura del disegno e della realizzazione. È stato stimolante coordinare il loro lavoro e percepire quanta passione e competenza mettessero a servizio di questa piccola grande impresa. La collaborazione con designer del calibro di Giulio Iacchetti, Matteo Ragni, Lorenzo Palmeri, Baldessari e Baldessari, Marco Zito, per citarne solo alcuni, ha quindi giocato un ruolo importante”.

“Il progetto recupera e ricicla nel territorio di Venezia e della sua laguna, materiali dismessi “-precisa la moglie Karin – “mettendoli a disposizione di un pubblico ampio, sia per età che per provenienza geografica, trasformandoli in souvenir unici, che alcuni hanno definito potenti e commoventi”.

Pieces of Venice – Salva Venezia un pezzo alla volta.  

Pieces of Venice è un progetto che nasce dall’amore per Venezia, per i materiali, per gli oggetti, per il saper fare artigianale, la bellezza e il sociale. È un’impresa sociale a economia circolare e con filiera corta che parte dal recupero e successivo riciclo di materiali dismessi di Venezia per risorgere a nuova vita, attraverso l’industrial design, sotto forma di souvenir e oggetti utili alla persona.

Questi prodotti restituiscono bellezza alla città da cui provengono, offrendo al turista l’opportunità di contribuire all’iniziativa Salva Venezia un pezzo alla volta, diretta a finanziare alcuni degli interventi volti a ripristinare il decoro del centro storico.

Veri pezzi di Venezia ritornano a vivere, a beneficio della città stessa, e si traducono in un massimo impegno anche sul piano sociale. Pieces of Venice è infatti una Benefit company a capitale privato, che affida gran parte della produzione alla Cooperativa Sociale FUTURA, contribuendo a reintegrare nel mondo del lavoro ben 60 ragazzi disagiati.

Lo scorso gennaio la benefit company è stata riconosciuta come azienda innovativa, iscritta in tal senso nell’elenco speciale della CCIAA.

#salvaveneziaunpezzoallavolta #savevenicewithus

www.piecesofvenice.it