Tutto sul mascara

Il mascara è un cosmetico indispensabile per il make-up occhi: volumizzante, allungante, rinforzante, ha il potere di illuminare lo sguardo e renderlo magnetico.

Per illuminare e rendere particolarmente intenso, magnetico e profondo lo sguardo, il cosmetico chiave è il mascara. Irrinunciabile alleato di un make-up perfetto ogni giorno, ne basta una passata per rendere le ciglia incredibilmente folte e lunghe.

Grazie alle formulazioni più innovative, il mascara oggi garantisce risultati sorprendenti.

Vediamo insieme quali sono i componenti che ne permettono la migliore riuscita per scoprirne tutti i segreti, e cosa può essere utile leggere sull’etichetta tra gli ingredienti.

Tutto quello che c’è da sapere sul mascara

Alla base della formulazione del mascara ci sono i pigmenti colorati che possono avere origine differente in base alla colorazione del cosmetico. Il nero è ottenuto con pigmenti di origine minerale, altri colori invece derivano dalla lavorazione di lacche sintetiche opportunamente trattate.

Gli oli, di natura vegetale o anche sintetica, rendono più brillanti i pigmenti che compongono il mascara e riescono a dare ad esso corpo e fluidità facendo risultare le ciglia più folte e lucenti.

Le cere assicurano al mascara elasticità e consistenza, proteggendo inoltre le ciglia dalle aggressioni di agenti atmosferici esterni come inquinamento, smog e polveri. La cera può essere di origine naturale, come nel caso della cera d’api lavorata poi in maniera specifica per un livello di raffinazione che garantisca il risultato migliore. Cere minerali o di sintesi, dalla composizione meno scivolosa e di maggiore consistenza sono impiegate per ottenere l’effetto allungante.

Per isolare le ciglia e rendere più durevole il cosmetico sono impiegati i filmogeni, particolari ingredienti che creano una leggera pellicola sulle ciglia, studiata ad hoc per proteggere i pigmenti colorati evitando che colino e per rendere il mascara più resistente all’acqua.

Tra i componenti essenziali per ogni mascara, il primo in termini di presenza in percentuale è l’acqua. In base alla sua quantità il mascara cambia di consistenza e di effetto. Più acqua è contenuta nel cosmetico, più la cremosità del mascara risulta fluida e punta all’effetto di allungamento delle ciglia; meno acqua è presente, più il mascara risulta denso e accentua il suo potere volumizzante e di brillantezza.

Un altro ingrediente chiave è costituito dai polimeri, preziosi per curvare, lucidare e allungare le ciglia. Si tratta di speciali resine protettive di varia natura che hanno la capacità di asciugare molto velocemente e incidono in modo significativo sulla precisa curvatura delle ciglia.

Infine in ogni mascara, tranne nelle versioni waterproof, insieme a acqua e olio si trovano gli emulsionanti che rendono il cosmetico più fluido e cremoso e ne determinano proprio liquidità e consistenza.

Regole per un’applicazione perfetta

Per prima cosa va usato il piegaciglia e truccato l’occhio con matita e ombretto come di consueto, prima di stendere il mascara.

Quindi si può applicare un prodotto di base che funga da protezione e successivamente il mascara ad effetto allungante, che va steso soprattutto sulle ciglia più esterne, accanto all’angolo dell’occhio. Nel caso in cui le ciglia risultino troppo attaccate, è bene dividerle aiutandosi con un piccolo pettinino che le separi al meglio.

Può capitare che il mascara perda fluidità e sia più difficile da applicare: in questo caso basta aggiungervi un paio di gocce di olio di ricino per farlo ritornare cremoso al punto giusto.

Per un effetto sofisticato, che accentui ancora di più lo sguardo, si può stendere, dopo il primo mascara allungante, un mascara a effetto volumizzante. In questo caso bisogna stare attenti a non creare grumi, pettinando di nuovo le ciglia per separarle più possibile.

L’Oréal propone una vasta scelta di mascara impreziositi di ingredienti naturali dal potere nutriente che si prendono cura degli occhi donando effetto allungante, volumizzante o incurvante.

 

 

 

Foto di apertura: Andrea Piacquadio da Pexels

Foto nel testo: Nika Akin