MiMoto, Scooter eSharing a Milano

L’esharing a Milano si chiama MiMoto. Il primo scooter sharing elettrico della città di Milano ha rivoluzionato la mobilità urbana nella metropoli.

Milano è divertimento, cultura, business, ma chi la frequenta sa bene quanto queste attività possano perdere la loro attrattiva e diventare frenetiche, quando appesantite dallo stress del traffico.

È dunque nato come risposta a una forte necessità di chi vive quotidianamente (o anche occasionalmente) il capoluogo milanese MiMoto eSharing, il primo servizio di noleggio scooter che propone una soluzione tutta green – visto che si tratta di scooter elettrici – per viaggiare in città in modo facile, economico e sostenibile.

MiMoto è una start-up pioniera dello scooter sharing elettrico, già presente a Milano e Torino, che si propone come alternativa di mobilità invitando i cittadini e i turisti a vivere gli spostamenti all’interno dell’area metropolitana con un mezzo ecosostenibile, divertente e persino di design.

Si scarica la App e ci si muove in tutto relax per raggiungere la propria destinazione, abbattendo i tempi di percorrenza e senza doversi preoccupare dell’assicurazione, delle batterie o del casco (che si trova nel bauletto), inclusi nel costo del servizio.

Per mettere in funzione gli inconfondibili scooter gialli sono necessari solo pochi click: si localizza e prenota l’eScooter più vicino tramite App e dopo l’utilizzo lo si rilascia all’interno dell’area operativa milanese, ovunque sia consentito dal codice della strada, oppure si attiva la funzione “sosta” per non perdere la prenotazione.

Lo scooter è senza chiavi, infatti per metterlo in funzione basta tenere premuto per tre secondi il pulsante rosso dello starter vicino all’acceleratore fino a quando il dispositivo non emette 3 bip.

Per abbattere ulteriormente i costi, è possibile acquistare pacchetti scontati da 50, 100, 250 o 500 minuti da utilizzare in un ampio lasso di tempo, che va dai 30 ai 60 giorni.

La filosofia di MiMoto è quella di dare un valore positivo al viaggio: ci si muove nel traffico cittadino in modo agile, trasformando così gli spostamenti in un momento di divertimento e libertà.

Come diceva Ralph Waldo Emerson (filosofo, scrittore e poeta statunitense) a proposito dell’esistenza umana, e come si usa dire oggi per tutto quanto la vita ci offre di bello,

it’s a journey, not a destination

quindi godiamoci il viaggio, spesso è più importante della meta a cui si vuole arrivare.