Treno Verde 2019: la campagna di FS e Legambiente per una mobilità a zero emissioni

Torna Treno Verde 2019, l’iniziativa di Legambiente e Ferrovie dello Stato che porta una mobilità a zero emissioni in tutto il Paese.

È già in viaggio Treno Verde 2019, la campagna promossa da Legambiente e il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, che si propone come manifesto di una mobilità a zero emissioni, per ridisegnare la circolazione nelle nostre città alla luce di una nuova mobilità elettrica, leggera, condivisa.

Giunto alla 31esima edizione, Treno Verde 2019 è partito da Palermo lo scorso 18 febbraio e toccherà 12 stazioni, da Bari a Napoli, Roma Termini, Pescara, Arezzo, Civitanova Marche, Rimini, Padova, Genova Piazza Principe e Torino Porta Nuova, per chiudere il suo itinerario a Milano Porta Garibaldi il prossimo 3 aprile.

Un’iniziativa che risponde e contrasta una situazione sempre meno sostenibile per l’ambiente, promuovendo un modello vincente, che incentiva la mobilità sostenibile e riduce l’inquinamento attraverso l’intermodalità e l’elettrico, a cominciare dai trasporti pubblici, la sharing mobility.

Uno dei principi base dell’iniziativa è quello del “chi inquina paga”, che anche in Italia può contribuire fortemente a ridurre l’inquinamento, come dimostra il caso del Comune di Milano, dove “con l’introduzione dell’Area B e C si investe nel trasporto pubblico anche grazie alla penalizzazione economica di chi usa l’auto privata”, ha dichiarato Stefano Ciafani, Presidente nazionale di Legambiente.

Politiche locali che, tuttavia, necessitano anche del sostegno di ambiziose politiche nazionali, con investimenti destinati alle aree urbane, che rilancino la ‘cura del ferro’ del trasporto pubblico e potenzino il trasporto ferroviario per i pendolari.

“Politiche accanto alle quali si rende necessaria la diffusione di una cultura della sostenibilità, che sia al centro dei progetti industriali”, ha spiegato Gianfranco Battisti, AD di FS Italiane. Per questo, Treno Verde 2019 si fonda su innovazione e tecnologia, indispensabili per lo sviluppo sostenibile dei territori, anche i più periferici.

Sulla base degli stessi principi, FS sta lavorando anche per rendere le stazioni veri e propri hub della mobilità integrata, per soddisfare le esigenze legate alla mobilità quotidiana. Come i nuovi treni regionali Rock e Pop, in circolazione da fine primavera, realizzati con una percentuale vicina al 100% di riciclo dei materiali e acquistati grazie ai green bond, strumenti di finanza sostenibile.

Intanto, come ogni anno, cittadini e studenti potranno salire a bordo di Treno Verde per visitare la mostra didattica e interattiva allestita all’interno delle quattro carrozze, dove sono approfonditi i temi legati ai rischi dell’inquinamento e spiegate l’importanza del riciclo e delle soluzioni innovative a zero emissioni, e in cui si terranno conferenze, dibattiti e laboratori.

Ingresso gratuito. Maggiori informazioni qui. Galleria fotografica qui.

L.S.