Design Top 

Il soggiorno degli Dei – colori chiari, pietra e tavoli in cristallo

Come doveva essere il soggiorno degli Dei tra le nuvole, sull’Olimpo? Dovendo arredare il soggiorno, magari dopo un trasloco, vale la pena di pensare in grande.

Come doveva essere il soggiorno degli Dei tra le nuvole, sull’Olimpo? Dovendo arredare il soggiorno, magari dopo un trasloco, vale la pena di pensare in grande.

Anno nuovo, vita nuova, soggiorno nuovo.

Se in un trasloco ci si porta dietro sicuramente l’arredo delle camere da letto, letti e armadi, si lascia più o meno generosamente al nuovo inquilino la cucina – visto che ormai, oggi, date le dimensioni ridotte degli appartamenti moderni, sono fatte quasi tutte su misura -, è il soggiornola stanza su cui riversiamo le nostre aspettative e il desiderio di novità.

Un soggiorno nuovo dentro casa è l‘indice del mutamento: abbiamo deciso di cambiare, vogliamo mostrarlo. Anche agli ospiti, che vengono accolti, appunto, nel soggiorno di casa.

Quindi, trasloco o no, il soggiorno è un ambiente da tenere in grande considerazione, curato, pulito… aggiornato.

L’equilibrio, l’armonia e la bellezza complessiva di questa stanza, cuore della casa contemporanea, si ottengono attraverso una sapiente combinazione di tutti gli elementi a disposizione.

Al design del divano, presenza cardine e inevitabile, vanno infatti a sommarsi gli altri arredi, dal tavolo ai colori delle pareti, la libreria, le presenze tessili, gli accessori, le finiture, il tavolo e le sedie.

Meglio optare per qualcosa che attraversi i tempi, che vada bene oggi e sempre, che sia eterno… come la casa degli Dei.
Come poteva essere il soggiorno degli Dei, quindi, sull’Olimpo?

Proviamo a immaginarlo così.

 

Una sala certamente ampia e luminosa, perché in cima a un monte sacro: scegliete specchi alle pareti per allargare l’ambiente e intonaci chiari, che danno leggerezza e serenità.
Il bianco è un po’ passato di moda, ma le diverse tonalità di panna e grigio, anche perlate, risultano ancora in cima alle classifiche di gradimento del 2019.

Per quanto riguarda la libreria, si possono scegliere diversi modelli. Abbandonate i riferimenti al passato, che suggeriscono alte librerie in legno scuro e un po’ opprimente, e scegliete qualcosa elegante e d’impatto, nelle combinazioni di bianco e legno, minimali e ariose.

Un piccolo espediente efficace affinché la libreria non soffochi il resto del soggiorno è di non riempirla mai del tutto. Anche se siete dei forti lettori e la vostra casa è stracolma di libri, lasciate degli spazi vuoti tra le mensole.

I quadri saranno d’ispirazione estiva, marina o, appunto, divina. Se siete stati in Grecia, tanto meglio: nei mercatini, cercando bene, è possibile acquistare a buon prezzo tele originali di artisti locali.

Complemento indispensabile, sia dal punto di vista funzionale che quello estetico, il tavolo, senza il quale il soggiorno è spoglio e inutile.
Le basi in pietra per tavoli in cristallo costituiscono un esempio di unione tra materiali antichi e solidi, come pietra e fossili, e linee nuove per dare vita a un design sorprendentemente moderno, con pezzi che sono quasi opere d’arte.