Milano Music Week – Milano città della musica dal 19 al 25 novembre

La seconda edizione dell’evento Milano Music Week si svolgerà dal 19 al 25 novembre: una settimana per fare musica e raccontarla, attraverso concerti, showcase, incontri e momenti di formazione per esperti e principianti.

Diceva Massimo D’Azeglio che la musica era un mistero, una lingua perduta, una reminiscenza o forse addirittura “la lingua di dopo.”

Non si sbagliava se, due secoli dopo, la musica continua a coinvolgere appassionati e professionisti, a incantare ed emozionare, a intrattenere il grande pubblico e impiegare risorse nella sua filiera.

 

Ed è proprio mostrare e raccontare questo affascinante mondo l’obiettivo di Milano Music Week, l’evento che si svolgerà dal 19 al 25 novembre nella città meneghina.  Una settimana per fare musica e raccontarla attraverso concerti, showcase, incontri e momenti di formazione per esperti e principianti.

Dopo il successo della prima edizione, Milano Music Week promette di crescere, “non tanto sui freddi numeri” – si auspica il curatore artistico Luca De Gennaro – “ma sulla profondità della proposta musicale e sulla qualità degli eventi, avendo sempre presente l’idea che ci ha guidato dall’anno scorso: la musica è arte, intrattenimento, cultura, lavoro e impresa.”

 

E se la musica è tutto questo, non poteva che cadere su Milano la scelta della città in cui ospitare un evento che ha come obiettivo quello di coinvolgere tanto il pubblico, quanto i principali operatori del settore – case discografiche, autori, artisti, promoter, professionisti internazionali.

 

Raccontare la musica nella sua duplice veste di passione e impresa, dunque.

L’evento inaugurale, lunedì 19 novembre, vedrà come protagonista Elisa al Teatro Dal Verme, dove la cantautrice darà vita a una puntata live di Storytellers, il programma di VH1  e Viacom, anche quest’anno main partner della manifestazione. Elisa canterà, in una versione inedita, brani celebri del suo repertorio e pezzi importanti per il suo percorso artistico, raccontando tra una canzone e l’altra il dietro le quinte del proprio lavoro, come vuole il format storico di VH1 Storytellers, uno spettacolo unico in cui gli artisti si mettono a nudo esibendosi dal vivo e riarrangiano le proprie canzoni in un’emozionante atmosfera raccolta.

 

 

Cuore pulsante della Milano Music Week sarà anche quest’anno Linecheck Music Meeting and Festival, la principale music conference italiana. Grazie alla presenza di oltre 1.000 delegati, ai 40 panel tematici, ai 30 showcase di artisti provenienti da 15 diversi Paesi e agli oltre 100 incontri one-to-one, Linecheck si specializza e afferma la sua identità di Showcase Festival, diventando per tre giorni il punto di incontro del music business internazionale. Tra i temi di rilievo di questa edizione l’innovazione digitale, i rapporti tra musica e brand e un tema oggi fondamentale: la Gender Equality (uguaglianza di genere) nel music business.

Quest’anno, inoltre, è stato inserito nel programma della MMW2018 SHG Musicshow – l’unica mostra-mercato in Italia dedicata agli strumenti musicali.

Le case discografiche, in questa occasione eccezionale, apriranno le porte al pubblico, con un invito in particolare ai nuovi talenti. Sony Music metterà infatti a disposizione di artisti emergenti, in anteprima, il suo nuovo studio di registrazione di prossima inaugurazione “RCA RECORDING STUDIO” e ospiterà una serie di showcase all’interno del teatro della sua sede di Via Maciachini, mentre la Warner Music, sulla scia del successo dello scorso anno, riproporrà l’iniziativa “Warner Wants You” ospitando nei propri spazi provini live di nuovi artisti. In collaborazione con Universal Music, infine, Milano diventerà teatro di incontri con i più grandi protagonisti della musica italiana e internazionale, come Eros Ramazzotti.

 

Tanti i momenti di formazione e gli appuntamenti, con workshop per imparare a scrivere una canzone o per disegnare la copertina di un disco, realizzare un video musicale oppure approcciarsi per la prima volta a uno strumento musicale.

A questi si aggiungeranno mostre e proiezioni dedicate al mondo della musica e ai suoi protagonisti come la mostra “Sulle tracce di David Bowie” a Mare Culturale Urbano.

 

Tutte le informazioni su Milano Music Week al sito:

http://www.milanomusicweek.it/

 

… Ma dove siamo andati a prendere la musica? Questo è quello che non capisco. La musica è un mistero. Credo che bisogna dirne quello che si dice delle lingue. Eppure la musica c’è; è nella nostra natura…

Non ha mai provato talvolta, a certe melodie, sentirsi umidi gli occhi come a una cara voce, come a una dolce memoria rapita che si ridesta? E talaltra sentirsi diventar migliore, più franco, trovarsi l’anima nobilitata a un tratto? Il cuore reso più generoso? La volontà più onesta?

…Come si spiega l’influenza della melodia e dell’armonia sul senso morale? Che cosa vi dissero quelle note, quali ragioni vi espressero per ispirarvi il bello, il buono, il grande?

Non sarebbe la musica una lingua perduta?

Della quale abbiamo dimenticato il senso e serbata soltanto l’armonia? Non sarebbe una reminiscenza?

La lingua di prima? E forse anche la lingua di dopo?

  Massimo D’Azeglio