Lisa Simpson, un manuale per diventare intelligenti e chic

Quando mi è arrivato a casa il Manuale per diventare smart e chic di Lisa Simpson, sono stata felice come se fossi una coetanea della mia eroina.

Quando mi è arrivato a casa il Manuale per diventare smart e chic di Lisa Simpson, sono stata felice come se fossi una coetanea della mia eroina.

Me lo sono coccolato ancora in piedi davanti alla porta, l’ho sfogliato pagina per pagina, ho sfiorato la carta e ne ho sentito l’odore.

Prima ancora che l’editoria iniziasse a raccontare le donne che hanno fatto la storia, le ragazze coraggiose e forti che hanno saputo raggiungere i propri obiettivi, prima di adeguarsi alla – per quanto buona e giusta – tendenza del momento, è uscito nel 2015 un manuale che racconta il prototipo di quelle donne, la bambina che sono state. L’adorabile, idealista, concreta, curiosa, studiosa, determinata, ambientalista e femminista Lisa Simpson.

La paladina del girl power e dei diritti animali sa che anche oggi sarà una giornata tremenda per chi non fa parte del gruppo più popolare della scuola, ma crede nella rivincita dello smart e chic.

Una rivoluzione che gli altri, meno intelligenti (eh, Lisa è anche sicura di sé, lo sappiamo), non possono capire. Eppure questa rivoluzione è in atto.

“Ed è il momento di mostrare al resto del mondo di cosa siamo fatti…”, dice Lisa Simpson sventolando alta la bandiera nerd (su cui sono raffigurati degli occhiali riparati con lo scotch), mentre non può fare a meno di precisare, puntigliosa: “voglio dire, non solo di ossigeno, carbonio, idrogeno, azoto, calcio e fosforo”.

I geek, i quattrocchi, i secchioni, i nerd e qualunque sia il termine con cui ci hanno catalogati e messi in un angolo, stanno vincendo, diventando smart e chic. Lisa ne è convinta.

Una guida per bambine e ragazzine in cui non c’è un solo accenno al make-up, alla moda o alle cose da sempre considerate tipicamente femminili.

In cui non si sogna di incontrare il principe azzurro, ma di dare il proprio nome a un pianeta.

 

Il volume contiene anche un’imperdibile guida agli insegnati nel loro habitat naturale (dallo spirito libero ovvero la supplente di educazione musicale al distruggi-sogni di ruolo), un generatore di soprannomi jazz, una cronostoria di donne geek e chic, ricette vegetariane, un elenco di risposte brillanti a prova di bullo, una guida ai ragazzi per ragazze nerd e infine una tavola periodica di personaggi, luoghi, oggetti e concetti amati da Lisa Simpson, dove al posto degli elementi si trovano il femminismo, Hogwarts, i robot, l’Isola Che-Non-C’è, la Batmobile e molto altro ancora.

 

Per ragazze che hanno stile, entusiasmo, intelligenza e qualche ossessione.

 

Una guida colorata con i disegni di Matt Groening, autore della celebre serie di cartoni animati I Simpson, un prezioso oggetto di cartotecnica con pagine pop-up, schede estraibili e adesivi, un lavoro ben fatto con cui si sorride un sacco, ma che lascia anche spazio alla riflessione sull’importanza di essere se stessi.

 

Matt Groening

Nato a Portland nel 1954, è il creatore della comedy a cartoni animati più longeva, di successo e premiata (con 23 Emmy Awards) nella storia della televisione:  I Simpson, a cui ha fatto seguire il cartoon sci-fi Futurama. La sua carriera nel mondo del fumetto è iniziata negli anni Ottanta, con la striscia Life in Hell. Vive nel Sud della California. Da qualche anno è stato inserito dal «Daily Telegraph» nella Lista dei 100 geni viventi.