Aperitivo in libreria – le più belle librerie dove fare l’aperitivo

L’aperitivo è un rito al quale è sempre più difficile sottrarsi. E perché mai farlo, d’altra parte?

L’aperitivo in libreria è la nuova tendenza che va ad aggiungersi a un rito al quale è sempre più difficile sottrarsi.

Perché di posti, anche insoliti, dove incontrarsi per un aperitivo ce ne sono molti, ma l’aperitivo in libreria, tra gli scaffali pieni di volumi e quell’atmosfera intellettuale da fin de siècle, soprattutto per gli amanti dei libri, è qualcosa di irresistibile.

Ecco un breve viaggio tra le più belle librerie in Italia dove fare l’aperitivo.

Iniziamo da Firenze, dove si trova Brac, libreria specializzata in arte contemporanea che, poco alla volta, si è ampliata, in una bella contaminazione di spazi e funzioni, fino a diventare un caffè con piccola cucina specializzata in piatti orientali.

E così, accanto ai volumi di design dei grandi maestri dell’arte contemporanea, sono comparsi testi dedicati al cibo. Che si può scegliere direttamente dalla vetrina con vista cucina: wok, ricette cucinate a vapore con lente cotture e un menu che varia quotidianamente e dà la possibilità di divertirsi a costruire il proprio piatto, a base di riso basmati, riso venere oppure cous cous da combinare con pesce, carne o verdure. Tutte preparazioni espresse, vini alla mescita che cambiano ogni giorno, musica selezionata e wi-fi gratuito.
Ogni settimana, poi, da Brac si organizzano eventi e presentazioni, per avvicinare arte e letteratura alla vita quotidiana dei fiorentini e dei turisti che si avventurano in via dei Vagellai, poco lontano da Santa Croce, dove si trova la candida libreria. Le serate trascorrono tra i ramen e i noodles, con una carta nella quale i piatti della cucina giapponese sono reinterpretati in chiave mediterranea. Così, tra un’insalata fresca e un bicchiere di ottimo rosso toscano, si chiacchiera piacevolmente di arte. E la mente vola.

A Roma invece, un nome che è un’istituzione per l’aperitivo in libreria è Settembrini Libri e Cucina. Nel quartiere Prati delle Vittorie, divenuto una sorta di mecca della Capitale per chi ama lunch, aperitivi e cene easy, Settembrini Libri e Cucina è un locale frequentato da avvocati e uomini d’affari della zona, oltre che dal personale della Rai. Il momento clou della giornata, qui, è l’ora dell’happy hour, quando spesso si tengono presentazioni e letture di libri. Ma ci sono anche i Pomeriggi in libreria, dove ci si diletta tra tazze di tè e le ultime fatiche di giovani autori di piccole case editrici, il fiore all’occhiello della libreria romana.

A Milano, infine, in Piazza Gae Aulenti, nel nuovo Quartiere Isola che ha soverchiato i luoghi tradizionali della Milano bene,  c’è  Red la Feltrinelli, il concept store che mescola cultura e buon cibo, binomio diventato ormai sempre più imprescindibile. I 500 metri quadri di Red sono stati equamente ripartiti tra libreria e ristorante. Nella zona ristorante si trovano un centinaio di coperti (nella bella stagione c’è il dehors), mentre la libreria ospita un rispettabile assortimento di libri, attorno ai 5.000 titoli, scelti sulla base del loro valore di scoperta e fortemente valorizzati.

E se non bastasse, c’è anche il Wi-fi gratuito e numerosi tablet a disposizione degli ospiti per la navigazione su internet.

Aperitivo in libreria: Red La Feltrinelli