Le location delle serie TV più famose, dal Commissario Montalbano a Stranger Things passando per Cabot Cove

Dove sono state girate queste scene? Quante volte, incollati davanti allo schermo seguendo la vostra serie TV preferita, ve lo siete chiesti?

 

Dove sono state girate queste scene? Quante volte, incollati davanti allo schermo seguendo la vostra serie TV preferita, ve lo siete chiesti?

 

Perché, dalla Vigata del Commissario Montalbano all’inquietante Hawkins di Stranger Things, passando per la (solo) apparente bucolica Cabot Cove della Signora in Giallo, fino alla Toscana dei Delitti del Bar Lume, il mondo delle serie tv non è fatto solo di set ricostruiti in studio.
Ecco la nostra guida per scoprire le location di alcune delle serie TV più famose e amate dal pubblico italiano.

 

Vigata e il Commissario Montalbano

 

C’è chi ha letto tutti i libri di Andrea Camilleri dedicati al Commissario più famoso d’Italia, Salvo Montalbano, e chi non si è perso neppure una puntata della fiction TV con protagonista Luca Zingaretti.
Sono passati tanti anni da quel primo film andato in onda nel 1999, ma la fama del Commissario Montalbano, lungi dal perdere la sua allure, continua a crescere tra nuove e vecchie generazioni.
Certo, i racconti di Camilleri sono avvincenti, con un astuto mix di avventura, mistero, buoni sentimenti e qualche scappatella (del commissario).
Ma forse, più di tutto, è la bellezza della Sicilia l’ingrediente segreto che rende tutto speciale. Una Sicilia assolata, calda, mediterranea, di lunghe “passiate a ripa mare”.
Sebbene Vigata e Montelusa siano invenzioni della fervida fantasia dell’autore e nella sua idea originaria si troverebbero nell’Agrigentino, tra Porto Empedocle e il litorale di Marinella, i set su cui si muove Zingaretti sono tutti nel Ragusano, da Ibla a Scicli, fino a Sampieri, Donnalucata, Monte Crasto e al Castello di Donnafugata.
Ed è soprattutto su questo itinerario, costellato di meraviglie barocche e di irresistibili richiami gastronomici, che si è sviluppato il “turismo di Montalbano”, certo favorito dai Comuni interessati, che hanno disseminato qua e là cartelli che ricordano scene di film o citazioni di romanzi.
A partire dall’ormai iconica casa sulla spiaggia di Salvo Montalbano. Nella serie televisiva, la località di Marinella corrisponde a Punta Secca nel comune di Santa Croce Camerina, ma nella realtà la casa è un B&B dove è possibile soggiornare. Il palazzo del commissariato di Vigata è invece il municipio di Scicli e la piazza di Vigata con la chiesa madre sono il Duomo di San Giorgio e la piazza di Ragusa Ibla.
Qui l’itinerario nei luoghi di Montalbano

 

Cabot Cove e La signora in Giallo

 

Alzi la mano chi non ha mai visto almeno una puntata del telefilm La signora in Giallo.
Sebbene più di vent’anni fa si spegnevano i riflettori sul set di una delle serie tv più amate di tutti i tempi – La Signora in giallo – la fama di Jessica Fletcher continua a durare, imperterrita.
E, con lei, quella di Cabot Cove, la cittadina fittizia del Maine (costa nord atlantica degli Stati Uniti) dove trascorre la sua vita l’insegnante in pensione e scrittrice di successo e dove sono ambientati molti dei delitti risolti dall’infallibile investigatrice. In effetti, lungi dal trascorrere una tranquilla e noiosa vita di provincia, gli abitanti di Cabot Cove e Jessica Fletcher passano il tempo tra un omicidio e l’altro. Ad inizio della serie tv Jessica Fletcher vive al 698 Candlewood Lane di Cabot Cove, Maine 03041: dove si trovi esattamente questa cittadina non è dato sapere, ma c’è addirittura un sito web che meticolosamente e da anni ha messo insieme tutti i pezzi e gli indizi geografici che gli sceneggiatori e ideatori della serie tv hanno inserito nei vari episodi per far luce su questo interrogativo, ma il mistero non si è dissipato del tutto.
In realtà, tutte le scene della serie tv sono state girate nella cittadina di Mendocino, in California (sulla costa opposta quindi) dove è ancora presente la casa vittoriana di Jessica Fletcher, il cui vero nome è Blair House e in cui è possibile soggiornare.

 

Pineta e I delitti del BarLume

 

La serie tv trasmessa da Sky Cinema e tratta dai romanzi di Marco Malvaldi racconta le vicende di Massimo Viviani, sarcastico e arguto barista-detective che indaga su strani delitti, aiutato da quattro arzilli pensionati che frequentano il suo bar. Ed è proprio intorno al BarLume, ambientato nell’immaginaria cittadina di Pineta, sulla costa toscana tra Pisa e Livorno, che ruotano gli episodi della fiction. Tra partite a carte e chiacchiere, il bar è rappresentato come il centro in cui ruotano le vicende di una qualsiasi comunità di provincia.
In realtà gli episodi della serie tv I delitti del BarLume sono stati girati nel suggestivo borgo di pescatori di Marciana Marina, sulla costa nord-occidentale dell’Isola d’Elba: ogni volta che viene girato un episodio in piazza della Vittoria, sul litorale, viene ricostruito il mitico BarLume.

 

Twin Peaks

 

Twin Peaks è una tranquilla cittadina di montagna dello stato di Washington, poco distante dal Canada, la cui vita viene sconvolta dall’omicidio di una ragazza: Laura Palmer. Creata dalla fantasia di David Lynch, la serie venne in realtà girata nei pressi di Snoqualmie, North Bend e Fall City, tutte nella Contea di King, la stessa di Seattle: per una coincidenza, si tratta di una zona per nulla estranea agli omicidi misteriosi.
Si potranno scorgere case ed edifici familiari anche passeggiando lungo le strade della città di La Cañada Flintridge, a nord di Los Angeles: proprio qui si trova la stazione di servizio Big Ed’s Gas Farm, oggi diventata il ristorante Newcomb’s Ranch, molto amato dai bikers.
Il famoso cartello "Welcome to Twin Peaks" si trovava, invece, lungo Renig Road, vicino a North Bend, cittadina che ospita anche il Twede’s Cafe che prestò gli esterni al Double R Diner. Le cascate e il Great Nothern Hotel invece sono rispettivamente il Salish Lodge & Spa posizionato proprio sopra le Snoqualmie Falls.

 

L’Irlanda e Game of Thrones

 

Se vi siete appassionati alle guerre magiche e misteriose tra i Sette Regni tratte dal fortunato ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco di George R. R. Martin, sicuramente sarete rimasti a bocca aperta dinnanzi al fascino di paesaggi epici e mozzafiato. E vi sarete chiesti: ma esistono davvero questi luoghi da sogno?
La risposta è sì, ovviamente. Per trovare le location più spettacolari di Game of Thrones, bisogna volare in Irlanda dove – insieme a Scozia, Marocco, Malta, Croazia e Islanda – sono state girate alcune delle scene più epiche.
Perché l’Irlanda del Nord sta a Game of Thrones come la Nuova Zelanda sta a Il Signore degli Anelli.
Non esiste al mondo un altro paese che abbia fornito tante location per la saga fantasy del momento: dalle torri di Winterfell (Castle Ward), alle coste delle Iron Islands (Ballintoy Harbour), dalla spiaggia rocciosa in cui Melisandre ha partorito (Cushendun Caves) ai boschi di faggi di Kings Road (the Dark Hedges of Armoy).
La foresta di Tollymore è diventata famosissima, visto che quasi ogni scena ambientata in un bosco all’interno della serie tv Il Trono di Spade è stata girata qui.
Tra le mete imperdibili durante un tour dell’Irlanda del Nord firmato Game of Thrones non può mancare la tenuta di Castle Ward, utilizzata come scenografia in differenti riprese: il suo storico cortile è apparso come cortile di Grande Inverno, mentre la parte più vasta del possedimento è stata utilizzata per il Whispering Wood.
Leggi qui tutto l’itinerario irlandese di Game of Thrones

 

Hawkins e Stranger Things

 

Hawkins, in Indiana, è la città di Stranger Things, la serie tv di Netflix fenomeno degli ultimi anni. Un caratteristico sobborgo del Midwest, con i viali alberati e le villette a schiera che disegnano il paesaggio bucolico del sogno americano.
Peccato però che Hawkins non esista: è pura invenzione di Matt e Ross Duffer, i geniali autori della serie di Netflix, che all’inizio avrebbe dovuto chiamarsi Montauk come la cittadina costiera dello stato di New York.
Poi, però, hanno preferito ideare dal nulla una cittadina fittizia che contenesse tutti gli archetipi della provincia americana degli anni 80. Ed ecco Hawkins: i set di Stranger Things sono stati ricavati nei dintorni di Atlanta, in Georgia, non troppo lontano dai set di altre serie tv famose, da The Walking Dead a Dynasty.
Gli esterni delle case dei protagonisti, invece, si trovano a East Point, nella contea di Fulton (Georgia). Al 2530 di Piney Wood Lane c’è per esempio casa Wheeler e, poco distante, al 2550 di Piney Wood Lane quella di Lucas.
La storia di Stranger Things ruota intorno al Laboratorio Nazionale di Hawkins e agli esperimenti del dottor Brenner. L’esterno del laboratorio è in realtà un edificio del Campus Briarcliff dell’Università Emory di Atlanta, che un tempo ospitava un ospedale psichiatrico. Gli interni del laboratorio, così come gli interni delle case dei Wheeler e dei Byers sono invece state create ad arte da Chris Trujillo negli Screen Gem Studios, sempre ad Atlanta. I boschi di Hawkins in cui si aggirano Demogorgoni e bambini sono invece dello Stone Mountain Park di Atlanta.