Stufe a pellet, il giusto design per riscaldare la casa con stile

Riscaldare con stile ed eleganza la propria casa è possibile, specie se si sceglie di utilizzare le stufe a pellet.

 

Riscaldare con stile ed eleganza la propria casa è possibile, specie se si sceglie di utilizzare le stufe a pellet.

 

Veri e propri complementi di arredo moderni, le stufe a pellet sono ideali per scaldare una casa o un appartamento mantenendo il design, senza dover fare troppe modifiche d’edilizia.

 

 

La stufa a pellet funziona come un classico caminetto, ma è completamente eco compatibile ed eco sostenibile, infatti il materiale che viene bruciato, il pellet, è un prodotto a basse emissioni, e sopratutto viene generato da scarti di lavorazione del legno pressati. Bruciando il pellet si produce pochissima cenere, e le emissioni di CO2 sono molto basse, in pratica è un utile sostituto al classico impianto di riscaldamento, ma diventa anche un ottimo complemento d’arredo per la stagione calda.

Oltretutto con qualche accorgimento tecnico, questo genere di sistema di riscaldamento può essere utilizzato per l’acqua sanitaria, le cosiddette stufe idro, ed in quel caso il suo acquisto diventa detraibile dalla dichiarazione dei redditi, grazie al bonus fiscale ancora attivo, un incentivo che potrebbe essere rinnovato con la nuova legge di stabilità.

Esistono diversi modelli in commercio, vediamo quelli più utilizzati prendendo spunto dalla sezione stufe a pellet di GalaxyPrice, un portale specializzato nella vendita di sistemi per il riscaldamento domestico.

 

 

 

 

Stufe pellet a incasso

Le stufe a pellet a incasso sono la soluzione giusta per un appartamento oppure per una casa dove esisteva il camino tradizionale, progettate su misura o adattabili, si possono inserire all’interno della bocca del caminetto in modo da non dover fare nessun nuovo impianto. In questo modo la stufa a pellet sfrutterà la canna fumaria preesistente. I modelli per un incasso perfetto che mantenga lo stile e il design della casa sono numerosi. Esistono in commercio diversi tipi di rivestimento per rendere la stufa a pellet un ottimo complemento d’arredo in acciaio, pietra o altri materiali semplici.

 

 

 

Stufe a pellet canalizzabili

Una stufa a pellet di questo tipo è sicuramente idonea se si vuole scaldare una casa o un appartamento di grandi dimensioni: infatti si tratta di predisporre la canalizzazione dell’aria che andrà a scaldare gli altri ambienti. Nella sua scelta bisogna stare molto attenti, perché è necessario capire se genera nella realtà la potenza termica necessaria per riscaldare il numero di metri cubi che compongono l’ambiente in cui viene installata. Nonostante ci siano diversi tipi di impiego, gli esperti dicono che si tratta del giusto modo per scaldare circa 100 metri quadri su piano unico, ovviamente c’è chi la installa anche su strutture a due piani, magari come integrazione a impianti di riscaldamento esistenti o di altro genere. Se non esiste una canna fumaria bisogna predisporre una condotta idonea per lo sfiato, tenendo conto delle norme edilizie, oltre che quelle inerenti alla condotta fumaria, inoltre bisogna ricordare che per un ottimo funzionamento è necessario ridurre le perdite di fumo e di calore. La canalizzazione del calore avverrà con un sistema di tubazioni centralizzate, che partiranno dalla stufa sistemate in modo tale da arrivare in ogni stanza, così da spingere il calore ovunque serva.

Naturalmente una stufa a pellet non è solo pratica ed economica, ma diventa un biglietto da visita per lo stile della casa. Splendide per un ambiente rustico ad esempio quelle con rivestimento in ceramica un materiale che non brucia al tatto e mantiene il calore; quelle con rivestimento in acciaio sono ideali per gli ambienti dal design moderno.