Stoccolma in autunno – cosa vedere, dove mangiare, shopping e novità in città

La Venezia del nord, come viene chiamata la città di Stoccolma – con le sue 14 isole, i 57 ponti che la collegano e tantissimo verde – è incantevole e molto vivibile anche per chi ama il turismo dai ritmi slow.

 

La Venezia del nord, come viene chiamata la città di Stoccolma – con le sue 14 isole, i 57 ponti che la collegano e tantissimo verde – è incantevole e molto vivibile anche per chi ama il turismo dai ritmi slow.

 

 

Non a caso si è meritata il titolo di Capitale più ecologica d’Europa.
Design, musica, tanta natura, buon cibo, shopping firmato e vintage: sono tante le armi che Stoccolma sfodererà per conquistarvi.
Stoccolma è una città di contrasti. Da un lato ha dato i natali a nuove tendenze in molti campi, dalla musica al design, passando per la moda e la tecnologia. Dall’altro lato Stoccolma vanta anche una ricca storia che comprende la splendida architettura, più di 80 musei, il Palazzo Reale e il nucleo urbano medievale di Gamla Stan. Bar alla moda e ristoranti di classe internazionale stanno gomito a gomito con i caffè storici e gli accoglienti pub di quartiere. Questa è una città di moderni centri commerciali e grandi magazzini esclusivi, così come di piccole boutique e negozi di nicchia.

 

Dove mangiare e fare shopping: nuove aperture a Stoccolma

Già da molti anni gli abitanti di Stoccolma e i suoi visitatori hanno la fortuna di poter gustare un buon pasto mentre fruiscono delle esperienze culturali, grazie agli ottimi ristoranti presenti nei musei.
Gli operatori del settore commerciale, in tutta la città, curano sempre di più le scelte gastronomiche per i propri clienti, assicurandosi che tutti possano combinare lo shopping con un ottimo pasto.
Sono tre gli ingredienti di base della cucina svedese: pesce, carne e patate spesso serviti con frutti di bosco ed erbe aromatiche, primo tra tutti l’aneto.
Se la colazione è molto sostanziosa, e giustificata dal clima freddo, con uova strapazzate, pane Kavring, formaggio, prosciutto, salsicce e yogurt, i pasti principali vedono il pesce come assoluto protagonista (salmone, pesce persico, gamberetti d’acqua dolce) e le immancabili aringhe preparate in mille modi diversi. Se volete concedervi uno sfizio di lusso, provate il Löjrom, un caviale proveniente della Lapponia.
Gli amanti della carne potranno assaggiare il falukorv (salsiccia di maiale bollita o alla griglia), le mitiche polpette svedesi (le köttbullar) e il particolare filetto di renna accompagnato da salsa ai mirtilli.
E per difendersi dai freddi invernali, niente di meglio di una cioccolata calda con i dolci allo zenzero.

Tra i nuovi ristoranti aperti a Stoccolma, merita una menzione speciale il fervore gastronomico dei grandi magazzini NK. Al piano superiore dei grandi magazzini NK, che quest’autunno celebrano i loro 100 anni, lo chef stellato Björn Frantzén ha preso in gestione Bobergs Matsal, un locale che accoglie ospiti sin dal 1915. Sotto la guida dello stesso chef e sempre a NK si trovano il ristorante Botanique, incentrato sul perfezionamento dell’insalata a pranzo, e il bar Gaston Wine che propone ostriche e champagne.

 

 

Per il vero shopping di design made in Sweden, ci sono i grandi magazzini Åhléns City che hanno recentemente aperto uno spazio di 3600 m2 dedicato ai complementi d’arredo per la casa con ben 170 marchi e hanno anche introdotto, nello stesso edificio, due nuovi ristoranti.

Al piano superiore, con una bella vista sulla città, lo chef e tuttofare televisivo Paolo Roberto (nonché personaggio nella Trilogia Millennium di Stieg Larsson) ha aperto Panefresco con cibo italiano e pizze cotte in forno a legna. Due piani sotto, al ristorante Sally Voltaire & systrar, la giovane chef Sally Voltaire propone sani piatti vegetariani e un negozio di gastronomia con utensili da cucina e prodotti artigianali, ecologici, biologici ed equo-solidali.

 

 

Tra i più visitati della capitale, il centro commerciale della moda Mood Stockholm, aperto tre anni fa, propone l’ultimo trend gastronomico qui a Stoccolma: il delizioso Bao. Il ristorante Eat, gestito dallo chef Henrik Norström, serve questo tipico panino al vapore di Taiwan con vari ripieni, accompagnato da esotici milkshake aromatizzati ai gusti asiatici ed è rapidamente diventato molto popolare tra la gente del posto. Quando i negozi intorno sono chiusi il ristorante Bouqeria, anche questo all’interno di Mood, si trasforma in uno dei locali notturni più famosi della zona.

 

Mangiare al Museo della fotografia – il ristorante Fotografiska di Stoccolma

 

Il ristorante Fotografiska, vincitore del premio Gulddraken – Il Drago d’Oro 2015 del Dagens Nyheter (uno dei maggiori quotidiani svedesi), come miglior ristorante di Stoccolma nella classe media, è guidato dal famoso chef Paul Svensson. Il ristorante si concentra soprattutto, per quanto possibile, sulle verdure e sui prodotti di stagione e regionali. Grazie alle sue grandi vetrate panoramiche, possiede una delle più belle viste in città sull’ingresso a Stoccolma. Fotografiska è stato inaugurato nel 2010 in un vecchio edificio doganale vicino alla chiusa Slussen e conserva l’originale facciata in mattoni. L’edificio si estende su una superficie di 5500 mq ed è diventato una delle attrazioni più visitate della città con mostre di livello mondiale.

 

Festival Internazionale del Cinema di Stoccolma

Il Festival Internazionale del Cinema di Stoccolma, quest’anno dall’11 al 22 novembre 2015, è uno dei più grandi eventi cinematografici e culturali del Nord Europa, con la partecipazione di oltre 200 pellicole provenienti da 60 paesi. Il festival è riconosciuto per la sua capacità di promuovere, fare network e fungere da vetrina per i registi giovani e meno conosciuti. Un terzo dei film selezionati sono opere prime ed al concorso sono ammessi solo autori che hanno realizzato meno di 3 film.

 

 

 

Salander e Blomkvist sono tornati

Il 27 agosto il quarto libro della serie Millennium, Quello che non uccide, è stato contemporaneamente pubblicato in 46 lingue. Scritto da David Lagerkrantz, è un sequel autonomo della trilogia scritta dal compianto Stieg Larsson. Si svolge a Stoccolma e da spazio a molti degli amati personaggi già conosciuti ma anche ad alcune nuove conoscenze. Il Millennium tour e la cartina dell’omonimo tour, entrambi forniti dallo Stockholm City Museum, saranno aggiornati con luoghi e fatti del nuovo libro.
 

 

Foto: visitstockholm.com