A piedi tra le nuvole… nel Parco Nazionale del Gran Paradiso

A piedi tra le nuvole… nel Parco Nazionale del Gran Paradiso

A luglio e agosto torna A piedi tra le nuvole, la rassegna del Parco Nazionale Gran Paradiso, giunta alla tredicesima edizione, dedicata alla mobilità sostenibile.

 

A luglio e agosto torna A piedi tra le nuvole, la rassegna del Parco Nazionale Gran Paradiso, giunta alla tredicesima edizione, dedicata alla mobilità sostenibile.

 

 

Sempre più ampia, più ricca, più interessante: la rassegna A piedi tra le nuvole continua a crescere, forte dei successi degli anni passati, e coinvolge molti comuni del Parco, che durante i mesi estivi diventano teatro di numerose iniziative.

Come ogni estate, tutte le domeniche fino al 30 agosto e a Ferragosto gli ultimi sei chilometri della Strada provinciale n. 50 del Colle del Nivolet verranno chiusi al traffico automobilistico privato, e si potranno percorrere a piedi, in bicicletta , a cavallo o con le navette gestite da GTT: da soli o in compagnia delle Guide del Parco, che vi attendono al Serrù, potrete scoprire la bellezza della biodiversità e di un ambiente naturale ricco e incontaminato.

Durante la settimana, invece, la strada è aperta ed accessibile alle auto, ma è comunque attivo il servizio di navette da Ceresole Reale al Colle del Nivolet: perché non approfittarne?

 

 

 

Confermata anche la manifestazione “Piantonetto, un vallone da scoprire”. Per il terzo anno consecutivo, tutti i sabato dal 18 luglio al 29 agosto, si potrà partecipare a escursioni comprensive di pranzo, guida e navetta (quest’ultima offerta dal Comune di Locana): si lascia l’auto a valle e si sale in navetta fino al vallone di Piantonetto, da dove si parte per le passeggiate che consentono, tra l’altro, di raggiungere il Rifugio Pontese e la diga di Teleccio, dove imponenti vette si specchiano nelle acque di un piccolo lago turchese.

Ma A piedi tra le nuvole è ancora di più. Accanto alle iniziative legate alla mobilità dolce, si trova infatti una fittissima serie di eventi pensati per svelare gli aspetti più nascosti della cultura di questo territorio, i suoi suoni, i suoi sapori tipici, la sua storia, la sua religiosità, la sua natura, così forte e fragile al tempo stesso. E così tornano Una valle fantastica, Viva il Parco, Noasca da Re e le escursioni notturne alla scoperta degli animali.
Quest’anno inoltre, la manifestazione si è estesa a un territorio ancora più ampio e gli appuntamenti della rassegna si svolgeranno non solo in Valle Orco e Valsavarenche ma anche in Valle Soana, Valle di Rhêmes e a Cogne.

Per muoversi in totale tranquillità nella natura dell’area protetta vi consigliamo di fare un’escursione in compagnia delle Guide ufficiali del Parco, guide ambientali specializzate, in grado di raccontarvi segreti e bellezze di questo territorio unico e peculiare.