Soho House Istanbul – molto più di un hotel di lusso

Un tocco di english style nel cuore del Bosforo, a Istanbul: tutto merito del nuovo Soho House Istanbul, hotel di lusso che mescola atmosfere occidentali e raffinatezze orientali.

 

Un tocco di english style nel cuore del Bosforo, a Istanbul: tutto merito del nuovo Soho House Istanbul, hotel di lusso che mescola atmosfere occidentali e raffinatezze orientali.

 

 

Proprio come la città che lo ospita, Istanbul, Soho House Instanbul è a cavallo di due continenti, l’Europa e l’Asia, morbidamente distesa sulle rive del Bosforo, dove le acque del Mar Nero si mescolano con quelle del Mar di Marmara.

Una posizione che fu la ragione stessa della sua esistenza e di una storia complessa e millenaria della quale Istanbul conserva le preziose testimonianze: i tre imperi di cui fu capitale (Impero Romano, Bizantino, Ottomano) svelando al visitatore una straordinaria fusione fra Oriente e Occidente, fra passato e presente. L’animo di una città protesa verso il futuro, ma allo stesso tempo ben ancorata alle sue antichissime radici.
Istanbul è molteplice e sconfinata: custodisce gelosamente un centro storico dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco e proteso sul Corno d’oro, dove i musei si alternano alle antiche chiese, i palazzi alle moschee.

L’hotel è ospitato in un sontuoso palazzo del XIX secolo che un meticoloso restauro ha saputo riportare agli antichi fasti, facendo riemergere affreschi di mirabile fattura nascosti da oltre 140 anni sotto dieci strati di pitture, gessi e lacche. Sono motivi floreali, astratti, cherubini e persino immagini sacre quelle recuperate, che ora rendono unica e raffinata la sua atmosfera.

Siamo a Beyoglu, il quartiere simbolo della nuova Istanbul, quella secolare dei bar, dei ristoranti e degli atelier degli artisti, quella dei negozi di abbigliamento, di musica, di libri. Qui si trova Istiklal Caddesi, che nel XIX secolo si chiamava Grande rue de Péra e, ancora oggi, è un grande viale pedonale dove si possono ammirare, semplicemente alzando gli occhi, edifici meravigliosi, che suggeriscono opulenza e raffinatezza.

 

 

 

Semplicemente a Istiklal Caddesi la vita scorre senza sosta: qui la città si dà appuntamento per fare shopping e divertirsi tra un aperitivo, una cena o uno spettacolo di artisti di strada. È assolutamente da percorrere tutta, da Tünel a piazza Taksim: magari addentrandosi nella stradine a caccia di negozietti e soprattutto di punti ristoro.

Il nuovo Soho House Istanbul è un hotel molto speciale. Anzi, è molto più di un hotel. Distribuito su quattro edifici, ha 87 camere, due ristoranti, caffè, palestra, centro benessere, nightclub, sala da ballo, cinema e 13 bar.

Il club si trova nella villa italiana del XIX secolo chiamata Palazzo Corpi, che ha ospitato per un secolo l’ambasciata degli Stati Uniti. Qui i soci del club possono sorseggiare un drink e gustare meze (una selezione di antipasti tipici della cucina turca) per poi chiudere la giornata in una delle due piscine sul tetto o all’Embassy Club, il bar con luci soffuse e atmosfera intima ispirato ai locali clandestini del proibizionismo.

 

 

 

Lo stile che attraversa, elegante, moderno e tradizionale nello stesso momento, gli spazi del nuovo indirizzo di Istanbul, nasce da una reinterpretazione degli stereotipi tipici di questa città a cavallo tra oriente e occidente. Così si scopre che gli arredi europei del XX secolo si sposano alla perfezione con i broccati e le sete mediorientali e con i tappeti turchi tradizionali.
Niente è troppo nuovo e immacolato da Soho House Istanbul: un’aria volutamente vissuta rende le stanze ancora più preziose e ricche di esperienza, senza sfarzo però. In un gioco di stile che rende ogni istante tra queste mura indimenticabile, compreso il tramonto sul Bosforo da ammirare rigorosamente sulla terrazza dell’hotel.

 

 

Foto: Soho House Istanbul