Armani Silos – apre a Milano il museo dello stile di Giorgio Armani

Eleganza è l’aggettivo che, da sempre, contraddistingue la moda senza tempo di Giorgio Armani che, quest’anno, festeggia i 40 anni di carriera.

Eleganza è l’aggettivo che, da sempre, contraddistingue la moda senza tempo di Giorgio Armani che, quest’anno, festeggia i 40 anni di carriera.

Una carriera schiva, che non ha impedito però di trasformarlo in una delle icone assolute della moda mondiale. Uno stile, il suo, fatto di sottrazione e di tagli sartoriali che danzano sul corpo di chi indossa un suo capo.

Così, se il 2015 è un anno importante per l’impero Armani e i festeggiamenti non sono mancati, forse la novità più interessante è l’apertura, a Milano in zona porta Genova, di Armani Silos, il nuovo spazio espositivo del marchio che da lui ha preso il nome, e che ospiterà su quattro piani diverse aree espositive, 600 abiti e 200 accessori e un archivio digitale dedicato agli appassionati dello stile di Re Giorgio.

Così importante è l’evento, che per l’occasione il Ministero dello Sviluppo Economico ha emesso un francobollo speciale in tiratura limitata con lo schizzo del Silos disegnato dallo stilista. Insomma, non si scherza.

Armani Silos occupa un grande spazio di 4.500 metri quadrati – il silos fu costruito nel 1950 per la conservazione dei cereali – che si sviluppa su quattro piani, al cui interno si potrà rimanere a bocca aperta dinnanzi a una selezione ragionata di abiti del grande maestro della moda dal 1980 a oggi.

La selezione, che non segue un criterio cronologico, racconta la storia e l’estetica dello stilista ed è suddivisa per temi, temi che hanno ispirato e che continuano a ispirare il lavoro creativo di Giorgio Armani.

Al piano terra, la sezione Stars e quella dedicata al Daywear raccolgono una selezione di abiti da giorno e di creazioni d’alta moda per le star dello spettacolo.

Al primo piano la sezione Esotismi è dedicata all’Oriente, da sempre fonte di ispirazione di Re Giorgio. Al secondo piano, la sezione Cromatismi racconta l’uso del colore. Al terzo e ultimo piano la sezione Luce.

Ordine e rigore le parole chiave dell’intervento di ristrutturazione, che è stato seguito personalmente dallo stilista. Il risultato è un’architettura sobria e dalle forme monumentali, organizzata per rispondere con razionalità alle esigenze funzionali. Il progetto ha conservato l’involucro originario dell’edificio, con la caratteristica finestra a nastro che ne disegna il perimetro. All’interno gli spazi, tutti in cemento, si articolano attorno a una corte aperta a tripla altezza sulla quale si affacciano due livelli laterali e sono attraversati da una scala centrale che collega i quattro piani.

 

 

 

Il museo, che dopo la mostra antologica su Armani ospiterà manifestazioni in linea con la filosofia del marchio, è dotato anche di un gift shop, una caffetteria aperta sulla parte interna e un archivio digitale all’ultimo piano con postazioni lavoro, tavoli touchscreen e un’area proiezioni a disposizione del pubblico.
Il museo Armani Silos si trova in via Bergognone 40, a Milano, ed è aperto dal martedì alla domenica dalle 11.00 alle 20. Il giovedì e il sabato l’apertura è prolungata fino alle 22.