Prosecco Millesimato Dry e Ribolla Gialla Spumante V8+ – bollicine italiane di stile

Le migliori bollicine Prosecco Doc e Docg hanno un nome misterioso e carico di simboli: Ottopiùvineyards.

 

Le migliori bollicine Prosecco Doc e Docg hanno un nome misterioso e carico di simboli: Ottopiùvineyards.

 

 

Cantina prestigiosa – una delle otto Tenute di Genagricola, che uniscono il meglio della produzione vitivinicola italiana tra Friuli, Veneto, Piemonte ed Emilia Romagna – si trova a Loncon di Annone, in Veneto, terra di prosecchi impeccabili, frutto di un lavoro e di una sapienza antica fatta di conoscenza del territorio e di un’arte nobile, che tutto il mondo ci invidia.

Un’arte che affonda le sue radici nodose nel passato ma che, al futuro, guarda con coraggio e un pizzico di ironia.
I vini V8+, infatti, nascono in una cantina dove si gioca con maestria con le parole: 8 è il simbolo dell’infinito, il riflesso dello spirito nel mondo creato, dell’incommensurabile. 8 rappresenta gli individui tenaci, pratici e testardi come sono gli uomini che lavorano da questi parti nelle vigne.
8 sono i minuti impiegati dalla luce del sole per raggiungere la Terra, la vite e i suoi grappoli.
+, invece, è un piccolo segno carico di responsabilità: è la cura, l’attenzione, l’energia che serve per fare di un vino, un vino indimenticabile.

Vi sembra troppo, tutto questo, per una bollicina seppur nobile? Allora non avete mai assaggiato un prosecco V8+. Ed ecco perché non potete perdere l’occasione di farlo.

Innanzitutto, iniziamo col dire che i vini V8+ hanno nome e cognome: sono i Siori, veneti da generazioni, ognuno con la propria anima frizzante e uno stile dandy inconfondibile. Da scoprire con lentezza, a piccoli sorsi che rinfrescano l’anima e accendono il palato, perfetti per la stagione calda.

 

Noi abbiamo fatto conoscenza con Sior Gino, splendido Prosecco Millesimato Dry della cantina Ottopiùvineyards.
Prodotto da uve 100% Glera in un terreno pedemontano e ghiaioso, Sior Gino è un dandy a tutti gli effetti: ricercato nei modi, persino un pizzico lezioso nella sua dolcezza raffinata.

È un vino vanitoso, dall’anima fiorita e sgargiante, naturalmente morbido e vellutato al palato. È un vino che non lascia indifferenti, e che non si dimentica: giallo paglierino, tenace e dolce insieme, ha una vena fresca e acidula che conquista e non stanca. Profuma di fiori in primavera, di pane cotto nel forno e di frutta matura e lascia percepire il piacevole residuo zuccherino, come vuole la più antica tradizione del Prosecco.

Sior Gino è un vino di nicchia: solo le migliori uve Glera (l’uva che compone il Prosecco) di ogni annata, infatti, possono diventare il Millesimato di Vineyards V8+. Un’attenta selezione in vigneto consente di isolare le uve con il miglior profilo organolettico per realizzare uno spumante unico, di anno in anno.

Il processo di vinificazione è lento e fatto a mano, oggi come cento anni fa. Dopo la vendemmia le uve vengono diraspate e sottoposte a pressatura soffice. Il mosto così ottenuto viene fatto fermentare in vasche d’acciaio mantenute a temperatura controllata, per permettere agli aromi fruttati dell’uva di trasferirsi al vino. Terminata la fermentazione alcoolica, il vino viene posto in autoclave, dove una selezione di lieviti autoctoni dà vita alla spumantizzazione, che si protrae per circa 40 giorni.

 

Tutt’altra “stoffa” per Ribolla Gialla Spumante Brut V8+, ultima nata e unico spumante che arriva dal Friuli, pronto a incontrare il brio spumeggiante e raffinato delle bollicine venete.

Il risultato è sorprendente e… femmina! Proprio come le vere friulane Doc, donne decise e dalla marcata personalità. Il Ribolla Gialla Spumante Brut V8+ è infatti un vino fresco e snello, tuttavia dalla struttura complessa accesa da una nota acida suadente.

Perfetto come aperitivo, per accompagnare antipasti e primi: il nostro consiglio è di degustare un calice di Ribolla Gialla V8+ durante un pic-nic. Seduti sull’erba, il sole caldo della primavera inoltrata, l’aroma del vino che ricorda la delicatezza delle pesche, le chiacchiere con gli amici… avrete la sensazione di essere nel giardino dell’Eden!

La Ribolla gialla è una fra le più antiche varietà d’uva coltivate sui colli di Rosazzo. Deve il nome al colore giallo delle sue bacche che raggiungono intensità solamente nei pendii più esposti al sole e in Friuli si trova il vitigno autoctono ideale per la spumantizzazione. Piacevole la sua mineralità, ben sostenuta da una spiccata consistenza di sapori fruttati.
Ribolla Gialla Spumante Brut V8+ mostra subito nel bicchiere il suo perlage fitto e persistente, con bollicine minute fresche al palato e gradevolmente aromatiche. Vino primaverile, con stile.