Vacanze slow: la Via Francigena in bicicletta

La Via Francigena è un itinerario meraviglioso che attraversa l’Italia: dalla Val d’Aosta a Roma, 1000 km in bicicletta in una vacanza slow e rigenerante perfetta da programmare ora che la primavera è finalmente alle porte.

 

La Via Francigena è un itinerario meraviglioso che attraversa l’Italia: dalla Val d’Aosta a Roma, 1000 km in bicicletta in una vacanza slow e rigenerante perfetta da programmare ora che la primavera è finalmente alle porte.

 

 

Dopo il boom del 2014, in cui il numero dei viandanti che si sono messi in cammino lungo la Via Francigena è aumentato del 50%, è oggi finalmente disponibile la tracciatura del percorso ciclabile.

23 tappe della lunghezza media di 45 km completamente percorribili in bicicletta per un itinerario di 1027 km che unisce il Colle del Gran San Bernardo a Roma attraversando nevi perenni, risaie, colline toscane, antiche vie romane.

Si attraversano tappe ricche di spunti culturali e completamente immerse nella natura, come quella da Verres a Viverone con l’attraversamento del ponte di Bard, il Museo delle Alpi e l’ingresso a Donnas, lungo la Strada romana delle Gallie.

 

 

Entrando in Piemonte, poi, i rilievi si addolciscono, le pendenze e i dislivelli del percorso diventano meno impegnativi e il percorso alterna borghi caratteristici a piacevoli tratti nella natura.
Belle le tappe che attraversano la pianura Padana da Pavia a Fornovo, per poi sbucare sulla costa tirrenica a Marina di Massa e ripiegare di nuovo verso le morbide colline della campagna toscana punteggiata di numerosi edifici storici e religiosi: la cinta muraria e l’anfiteatro di Lucca, la Pieve di Capannori, la Badia di Pozzeveri, la chiesa di S. Jacopo e il centro storico di Altopascio. Fino a San Gimignano, Poggibonsi e, lungo l’antica via Cassia fino a Siena nel cuore di una Toscana dolce da cartolina.
La tappa da Siena a San Quirico, se percorsa in una bella giornata di sole, può diventare indimenticabile grazie ai panorami sconfinati che si godono dai crinali della Val d’Arbia, percorsi lungo interminabili strade bianche che sembrano fatte apposta per il ritmo lento di una vacanza in bicicletta.

 

 

Fino ad arrivare a Viterbo, ultima tappa della via Francigena in bicicletta e ristorarsi finalmente alle terme del Bagnaccio, una serie di pozze di acqua calda nei pressi della città da sempre frequentata dai pellegrini che transitavano lungo questi cammini.

La Via Francigena in bicicletta è il risultato di un’offerta turistica all’avanguardia, che utilizza le nuove tecnologie per avvicinare nuove fette di pubblico al viaggio slow, culturale e di scoperta. Le mappe e le tracce GPS del percorso sono scaricabili gratuitamente e, grazie alle nuove tecnologie e all’uso delle e-bike, chiunque può viaggiare lungo l’antica via dei pellegrini.
Il percorso completo, diviso per tappe, è disponibile da oggi su www.viafrancigena.bike, un sito sviluppato da SloWays, in collaborazione con l’Associazione Europea delle Vie Francigene e con la Regione Toscana.

 

Foto: sloWays.eu