La Magia dell’Anello a Wow Spazio Fumetto Milano

È dedicata alla saga de "Il Signore degli Anelli" la mostra "La Magia dell’Anello", fino al 22 marzo negli spazi di Wow, il museo del fumetto di Milano.

 

È dedicata alla saga de "Il Signore degli Anelli" la mostra "La Magia dell’Anello", fino al 22 marzo negli spazi di Wow, il museo del fumetto di Milano.

 

 

Una mostra che vuole ripercorrere la moderna mitologia fantasy, a partire dall’intrigante figura dell’autore J.R.R. Tolkien fino alle fortunate trasposizioni cinematografiche di Peter Jackson, passando dall’opera dei grandi illustratori alle parodie, fino al collezionismo… trasportando i visitatori (con la fantasia) nel mondo avventuroso dell’immaginaria Terra di Mezzo.

Al centro della mostra milanese – per la cui realizzazione sono stati coinvolti la Società Tolkieniana Italiana, Dama Collection e il Greisinger Museum – ci sono le tavole originali realizzate dalla regina Margherita II di Danimarca nel 1977 (prima edizione danese) con lo pseudonimo Ingahild Grathmer, e i disegni creati dallo stesso Tolkien per il suo ”Lo Hobbit”, oltre a  action figure, videogame, statue, diorami (tra cui quello che riproduce la battaglia del Fosso di Helm tra orchi e uomini di Rohan), giochi da tavolo e di ruolo, manifesti cinematografici, oltre a laboratori, proiezioni, incontri e giornate ludiche.

In mostra, provenienti dalla collezione del Greisinger Museum, accanto alle rare prime edizioni dei libri di Tolkien, saranno esposti preziosi volumi autografati dall’autore, edizioni provenienti da tutto il mondo e raffinate illustrazioni. Non mancherà il testo della poesia Le rive del Paese delle Fate, scritta nel 1915, considerata dallo stesso Tolkien il vero punto di partenza della sua mitologia.

 

 

 

Sempre per la prima volta saranno esposte le illustrazioni create nel 1974 da Piero Crida per le copertine dei tre volumi tascabili pubblicati da Rusconi de “Il Signore degli Anelli”, oltre a una rarissima illustrazione del 1960 dell’artista olandese Cor Blok, il primo a realizzare immagini ispirate al capolavoro di Tolkien.

Imperdibili poi i lavori di autentici “mostri sacri” dell’illustrazione fantasy come Ted Nasmith, Alan Lee e Donato Giancola.

Spazio anche alle divertenti parodie con le pagine più belle delle storie Disney (Paperino e il signore del Padello e i quattro episodi della Spada di ghiaccio del maestro Massimo De Vita), dello strampalato Signore dei Ratti di Leo Ortolani e delle spassose vignette de Il Signore dei Porcelli firmate degli autori di Zannablù, fino ai Simpson, che in una puntata della serie animata vestono i panni degli eroi di Tolkien.

Importantissimo è il rapporto del Signore degli Anelli con il cinema. In molti hanno infatti provato a trasformare in film la saga senza però riuscire nel monumentale intento (si dice che ci abbiano provato perfino i Beatles e Stanley Kubrick!).

Grazie al materiale proveniente dall’archivio del museo Fermo Immagine di Milano, la mostra ospita manifesti e fotobuste che testimoniano quanto i sei film diretti da Peter Jackson tra il 2001 e 2014 si siano imposti nell’immaginario collettivo.

Presente anche una collezione di statue che andranno a unirsi a opere davvero suggestive come la statua di Gollum a grandezza naturale, la statua dell’Uruk-hai (gigantesco orco della Terra di Mezzo in tenuta da battaglia alto oltre due metri) provenienti entrambi dal Greisinger Museum, e la grossa testa dello spaventoso Balrog.

Tra i pezzi forti della mostra, esposti grazie al prezioso contributo della Società Tolkieniana, va segnalato anche il monumentale diorama di 2×3 metri che riproduce la mitica città fortificata di Minas Tirith.

Da non perdere Tolkien’s Road, un corto di 35 minuti realizzato da un gruppo di studenti americani, che racconta la vita di Tolkien nel periodo che lo ha portato a scrivere Lo Hobbit e, naturalmente, Diari della Terza Era.

Grazie alla collaborazione di Lego saranno esposti numerosi set della serie “Il Signore degli Anelli” costruiti con migliaia di mattoncini e riproducenti le scene più celebri dei film di Jackson.

Per una completa full immersion nel fantastico mondo di Tolkien &Co, sono previsti inoltre, a cura della Compagnia dei Viaggiatori in Arme, corsi di lingua e di scrittura elfica e di combattimento con la spada, proiezioni, dimostrazioni di giochi di ruolo, concerti, tornei di game e, realizzato in collaborazione con Cosplay City, un contest dedicato ai Cosplay.