Dolomiti Balloon Festival

In Alta Val Pusteria fino al 18 gennaio torna l’appuntamento con il Dolomiti Balloon Festival di Dobbiaco: un’occasione per lasciarsi incantare dal panorama delle Dolomiti, da tutta un’altra prospettiva.

 

In Alta Val Pusteria fino al 18 gennaio torna l’appuntamento con il Dolomiti Balloon Festival di Dobbiaco: un’occasione per lasciarsi incantare dal panorama delle Dolomiti, da tutta un’altra prospettiva.

 

 

Come oramai da tradizione, le mongolfiere più originali spiccheranno il volo dalla cittadina di Dobbiaco (BZ), in Val Pusteria. Si tratta di una competizione tra equipaggi ma anche l’occasione per ammirare uno spettacolo molto particolare e per regalarsi un giro a bordo di un cesto di vimini per ammirare le vette rosa da vicino.

Il Balloon Festival è una festa internazionale che richiama le più belle mongolfiere dai quattro angoli del mondo, in una competizione mozzafiato sempre più apprezzata da grandi e piccini.

Alle gare di lunga distanza e "bersaglio obbligato" del festival delle mongolfiere altoatesino si sono aggiunti via via eventi collaterali come l’esposizione di mongolfiere dalla forma particolare, ritrovi per appassionati di aquiloni e mongolfiere radiocomandate. Negli anni passati sono state presentate novità in campo aerostatico, come la nuova mongolfiera che sfrutta il calore del sole per salire in cielo, annullando di fatto qualsiasi forma di emissione.

 

 

 

Durante il Dolomiti Balloon Festival, anche i passeggeri che vogliono provare l’ebbrezza di librarsi nel cielo terso dell’Alto Adige potranno affiancare l’equipaggio, partecipando a tutte le fasi di preparazione: montaggio della mongolfiera, gonfiaggio del pallone e salita verso il cielo blu. In aria la mongolfiera si lascia portare dal vento. Nelle orecchie solo il suono dell’aria e l’intermittente rumore del bruciatore che scalda l’aria presente nel pallone.

Dal cielo si possono ammirare il lago di Dobbiaco e il lago di Braies, la Rocca dei Baranci con le sue vette aguzze, la Valle San Silvestro, Plan de Corones, il Parco nazionale delle Tre Cime e il Croda Rossa.

Per chi, invece, è in cerca di avventure a più alto tasso adrenalinico, la sfida si chiama parapendio: il punto ideale per lanciarsi sull’Alta Pusteria è il Monte Elmo a più di 2mila metri sul livello del mare. Con gli impianti di risalita da Sesto e Versciaco si sale facilmente alla sommità dove c’è sufficiente spazio per lanciarsi. Chi vuole iniziare la pratica, può scegliere di volare in tandem con l’istruttore. L’effetto mozzafiato è assicurato in ogni caso, sfiorando come grandi uccelli le Tre Cime, la Punta dei Tre Scarperi e la Croda del Baranci. Grazie a ideali correnti termiche, favorevoli condizioni meteorologiche e a buoni luoghi di decollo, qui si può assaporare il puro piacere di volare.