Pantone Hotel a Bruxelles

Dopo il Concept Store Pantone di Milano, ecco che il guru delle cromie che fanno tendenza in tutto il mondo, inaugura il nuovo Pantone Hotel a Bruxelles.

Dopo il Concept Store Pantone di Milano, ecco che il guru delle cromie che fanno tendenza in tutto il mondo, inaugura il nuovo Pantone Hotel a Bruxelles.

 

Non servirebbe neppure dirlo, a dire il vero, ma per chi non lo sapesse il Pantone Hotel di Bruxelles è un hotel coloratissimo. E di design.
Ogni camera, per esempio, è declinata in un colore diverso: si può scegliere così di dormire tra pareti blu rilassanti, o di energizzarsi in una camera dipinta in una accesa tonalità di rosso o, ancora, di allentare lo stress sotto un soffitto viola. Si chiamano Blue 2718 c, Green 7487 c, Violet 7441 c, Orange 1375 c, Red 1795 c, Brown 4705 c, i nomi ufficiali delle colorazioni Pantone più amate di sempre.

Il tutto, ovviamente, al di là della piacevolezza cromatica, ha un significato legato al benessere. È la cromoterapia, disciplina che associa al colore il potere di modificare e influenzare lo stato d’animo di chi vi entra a contatto e che ha in Pantone la massina autorità riconosciuta.

Il Pantone Hotel di Bruxelles è nato per la gioia dei grafici, dei designer, degli stilisti, dei creativi, e di tutti coloro il cui mestiere ruota attorno alle sfumature.
Ma è una soluzione originale anche per chi vuole soggiornare in un hotel fuori dagli schemi e per chi è in cerca di suggerimenti per rinnovare i colori della propria casa.

 

 

 

Il progetto del nuovo hotel di Bruxelles porta la firma dell’architetto Olivier Hannaert, mentre il design degli interni di Michel Penneman: proprio da lui nacque, alcuni anni fa, l’idea di creare un hotel tutto dedicato al brand Pantone.

L’hotel Pantone si trova a due passi dall’Avenue Louise, l’arteria principale dello shopping e del business di Bruxelles, ed è un edificio di 7 piani in stile modernista, ognuno dei quali corrisponde ad un colore.

All’interno ogni piano è declinato nella palette cromatica che rappresenta lo spettro della luce. Le stanze sono tutte dipinte di bianco (tranne una parete), così da rendere ancora più forte l’impatto scenico della colorazione scelta: sono infatti i complementi d’arredo, dalle tende alle stampe alle pareti, dalle coperte alle tazze, a definire con assoluta certezza la tonalità dell’ambiente.

Le aree comuni come la lobby, il ristorante, la terrazza, sono un omaggio alla massima autorità del colore, con pezzi di design autorevoli e opere d’arte a completare lo stile minimale e grafico che caratterizza tutto l’hotel.

Chissà se c’è un piano dedicato al colore dell’anno, l’elegante Radiant Orchid PANTONE 18-3224. Prenotare, per credere.