A casa Eatary, nuovo ristorante a Milano

A casa Eatary – cucina di casa con stile a Milano

A Casa Eatary è un nuovo locale milanese per gli appassionati di cucina.

A Casa Eatary è un nuovo locale milanese per gli appassionati di cucina.

 

Certo, è un ristorante, anche se a chiamarlo così sembra quasi di fare un torto a un progetto che appare subito qualcosa di diverso dal solito.
Perché appena entrati nel nuovo ristorante in via Conca dei Navigli, sembra di aver varcato la soglia di una bella, spaziosa, casa Anni Cinquanta.
L’arredamento è volutamente informale, proprio come se ci si trovasse in un grande appartamento arredato con mobili degli anni Cinquanta e Sessanta: il colore non manca (anche alle pareti) e neppure quella piacevole aria da negozio di modernariato, dove l’attenzione passa dalla strana poltrona alla lampada di design per poi concentrarsi sulle prelibatezze del piatto. L’insieme è piacevolmente vissuto, con quel pizzico di disordine creativo che solo le case felici possiedono.

Eppure A casa Eatary l’ambiente è intimo, forse proprio grazie al fatto che lo spazio abbonda: i tavoli, tutti diversi uno dall’altro, sono ben distanziati così da poter chiacchierare senza paura di infastidire il vicino.

 

 

 

Casa Eatary è divisa in tre zone distinte: “quella del pane” con il grande tavolo dedicato alle comitive e il mobile antico per la pasta; la zona “cucina” con il piccolo tavolino per i bambini e la zona “libreria” dove domina il calore dei mobili in legno, dove non mancano libri da leggere e sopra tutto domina la grande cartina geografica della nostra bella Italia.

La cucina A casa Eatary è “sudista” e stagionale: in menù pochi piatti preparati con grande attenzione, proprio come farebbe la vostra vecchia cara zia sempre ai fornelli.

Un cucina rassicurante, insomma, che non avendo troppe pretese finisce per essere deliziosa. Il menù cambia sovente, seguendo il ritmo delle stagioni e ciò che si trova al mercato: tra gli antipasti si va dalla mitica Parmigiana di melanzane ai Gamberi alla conza come in Sicilia, fino alla mozzarella in carrozza (non fritta, però).

I primi sono un tripudio di sapori autunnali (in questo periodo), con il Risotto ai funghi con spuma di taleggio e rimembranze mediterranee con lo Spaghetto al pomodoro, olive e polvere di capperi.

Tra i secondi non manca mai il Pollo alla Luciana (ditemi voi se non è un nome da zia brava in cucina!), costolette d’agnello con purè e Pesce Spada con caponatina.

Ogni ricetta, poi, è “raccontata”, diventando così ancora più speciale. Si dice, infatti, del Pesce Spada con caponatina: “La caponata di melanzane è un piatto che racchiude in sé la ricchezza, la storia, i profumi e la complessità della cultura siciliana, di cui è piatto tipico. Nella sola Sicilia ne esistono più di 40 varianti. Nella nostra ricetta accompagna “lu pesce spada” raccontato da Modugno in una famosa canzone”.

Perché anche la cucina di casa ha bisogno di stile.