Australia miglior Paese del mondo per qualità della vita

Sono undici i parametri – dall’istruzione all’ambiente, dal reddito all’occupazione, dalla sicurezza alla salute, all’equilibrio lavoro-famiglia – che fanno di un Paese il miglior Paese del mondo per qualità della vita.
 

Sono undici i parametri – dall’istruzione all’ambiente, dal reddito all’occupazione, dalla sicurezza alla salute, all’equilibrio lavoro-famiglia – che fanno di un Paese il miglior Paese del mondo per qualità della vita.
 

 

Ce lo racconta, ogni anno con la sua classifica, l’Ocse (l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) che studia gli indici alla base di un corretto stile di vita.
Quest’anno il premo di primo della classe va tutto all’Australia, che si posiziona al vertice della classifica mondiale, battendo Svezia e Canada, con ben cinque città nella top della vivibilità globale.
In effetti, rimasta fuori dalla crisi globale e con un’economia che continua a crescere costantemente del 3.5% l’anno da ormai venti anni, l’Australia sembra davvero il miglior paese del mondo per qualità della vita, il paese perfetto che tutti bramano, insomma.
Con un tasso di disoccupazione al 4,9% e il 72% della popolazione in età lavorativa occupata, l’Australia appare come l’Eden perduto, soprattutto di fronte ai sofferenti paesi del Vecchio Continente. E, si sa, l’ottimismo produce grandi aspettative e voglia di fare: i salari in Australia sono elevati, la promessa di alti standard di vita reale, l’economia florida e questo sta attirando migranti da tutto il mondo.

 

Il territorio della capitale federale australiana Canberra – 385 mila abitanti, per lo più impiegati pubblici e diplomatici – è il miglior posto al mondo in cui vivere, secondo un rapporto dell’Ocse che ha classificato 362 regioni dei suoi 34 paesi membri.
L’Australia è al primo posto della classifica di vivibilità mondiale con 76,5 punti su 90, seguita da Norvegia, Canada, Svezia e Stati Uniti. Fra le prime 10 regioni cinque sono australiane: oltre a Canberra compaiono infatti Sydney, Melbourne, Adelaide e Perth.
E l’Italia? Con il suo 6,1 si aggiudica poco più della sufficienza in quanto a qualità della vita. C’è molto da fare, insomma, ma una base non proprio deprimente dalla quale ripartire. Pronti?

 

Tutto sull’Australia:

Dieci cose da fare a Melbourne 

Sydney – cosa fare e cosa vedere in città  

Le migliori destinazioni del 2014  

I posti più belli del mondo, Lake Hillier il lago rosa 

Roof Top Bar – Aperitivo sui grattacieli di Melbourne