Brunch a Milano God save the food

Cinque posti dove fare un brunch di stile a Milano

Se il brunch domenicale a Milano sembra aver perso parte della sua allure, dopo un periodo di fin troppo eccessiva diffusione, in nome di un ritorno del pranzo in famiglia, con arrosto e patate, non è detto che la sua fine sia già segnata.

Se il brunch domenicale a Milano sembra aver perso parte della sua allure, dopo un periodo di fin troppo eccessiva diffusione, in nome di un ritorno del pranzo in famiglia, con arrosto e patate, non è detto che la sua fine sia già segnata.

Anzi, non tutti i mali vengono per nuocere e, a volte, dopo una naturale selezione rimangono solo i migliori.
Ecco i cinque posti selezionati dalla Redazione di Viviconstile, dove fare un brunch di stile a Milano.
 

God Save the Food


L’appuntamento per il brunch domenicale in zona Tortona ha un nome di tutto rispetto, God Save the Food: grande locale di ispirazione post-industriale, molto londinese, dove ci si incontra ogni sabato e domenica dalle 12 alle 16.
In uno spazio ampio e molto frequentato (unica nota negativa il rumore incessante delle chiacchiere!), ad accogliere gli avventori c’è una grande cucina a vista, per permettere ai clienti di cogliere anche con gli occhi la qualità del cibo, tutto preparato al momento. E se qualcosa vi è piaciuto potete anche acquistarlo nell’emporio ospitato all’interno di God Save the Food.
Il menu del brunch è alla carta e affianca a proposte classiche (pancakes, french toast, sandwiches), insalate e preparazioni a base di uova. Ottimi anche i dolci.
Per chi è attento alla linea e vuole stare leggero, non mancano salutari e gustosissimi centrifugati di frutta e verdura a base di mela, carota, sedano e acerola, ananas, cetriolo e ginger.
 

28 posti


Questo locale è quanto di più intimo e accogliente si possa immaginare, come la tranquilla via che lo ospita, appartata anch’essa ma pur sempre nel cuore dei Navigli: 28 posti è uno dei nuovi indirizzi milanesi da segnarsi in agenda.
Nato sulle ceneri dello storico Karaoke CantaMilano, 28 posti è il frutto di un progetto architettonico che ha recuperato la muratura originaria dei locali in stile vecchia Milano, lasciando qualche scrostatura ad hoc e inserendo una bella cucina parzialmente a vista (una fenditura orizzontale permette agli ospiti nella prima delle sue sale di ammirare le mani operose degli chef in cucina). La tavola del ristorante milanese è improntata a valori etici, anche nel piatto e anche per il brunch domenicale, mai affollatissimo e quindi tutto da godere. La grande attenzione alla qualità degli alimenti, il rispetto dell’ambiente, l’equità dei processi di produzione sono elementi da non sottovalutare di questi tempi.
Il brunch domenicale a 28 posti è un vero e proprio salto nelle prelibatezze made in Usa (il Club Sandwich è ottimo) e francesi (molto interessante l’insalata Nicoise). Poi ancora omelette prosciutto e formaggio, funghi o verdure e scrumble eggs, con panna ed erba cipollina.
Non lascia indifferente la proposta di piatti dolci, con ottimi plumcake al miele e tarte Tatin preparata con frutta fresca di stagione.

Deus Cafè


Ospitato all’interno di una sorta di “corte dei miracoli” della Milano più cool del momento – da una parte Bullfrog, nuovo Barber Shop dal sapore vintage che fa barba e capelli ai giovani di mezza Milano e, dall’altra, Deus ex Machina, storico brand australiano di abbigliamento per moto, biciclette, surf, approdato in quel di Milano (dopo Sydney, Bali e Los Angeles) con uno store molto bello e ben fornito – Deus Cafè è quello che si dice un locale di tendenza.
Locale e ristorante dal clima decisamente rilassato e giovane, aperto tutto il giorno da colazione a notte fonda, come “impone” il nuovo trend milanese, Deus Cafè è uno spazio aperto, dove cibo fa rima con arte, dove gli eventi sono ricorrenti come il cambio di menù (rigorosamente stagionale). Il Brunch della domenica da Deus Cafè è attualmente uno dei più interessanti in città: alla carta e di ispirazione internazionale, nel menu si trovano hamburger, club sandwich, insalatone, omelette, pancakes.

Blanche Bistrot


In zona Paolo Sarpi, Blanche Bistrot è piccolo locale dallo stile parigino, tutto bianco come il nome lascia presagire e dall’aria shabby chic. Perfetto per le famiglie e molto apprezzato anche dai bambini, al Blanche Bistrot il brunch della domenica è lento e accogliente, fatto di chiacchiere serrate e di aria rilassata.
Si può ordinare il cestino, al cui interno troverete baguette, marmellate, yogurt buonissimo, succhi, spremute e caffè. Magari da abbinare a uno dei piatti del menù: dalle uova alla Benedict con salmone, al french toast, fino al Club Sandwich, per terminare con uno dei dolci tentatori che fanno bella mostra di sé in vetrina.

H club – Diana


Se di brunch di stile a Milano vogliamo parlare, allora non si può dimenticare il brunch dell’H club – Diana.
Sabato e domenica è diventato oramai un rito raffinato ed elegante l’appuntamento goloso dell’Hotel Diana, in zona Porta Venezia. Location eccezionalmente bella, sia negli interni di design affacciati sul giardino interno, sia all’aperto quando il tempo lo permette, anche i piatti del brunch all’H club – Diana sono curatissimi, con un buffet molto ricco e possibilità di scegliere tra dolce e salato. E se andate con la famiglia, i bambini fino ai 4 anni non pagano, mentre dai 5 agli 11 godono del 50% di sconto.