A piedi tra le nuvole, Parco Nazionale Gran Paradiso

A piedi tra le nuvole… nel Parco Nazionale Gran Paradiso

A piedi tra le nuvole è una bella iniziativa che tutti i weekend di luglio e agosto propone, all’interno del Parco del Gran Paradiso, iniziative ed eventi per invitare i visitatori a lasciare l’automobile e a percorrere a piedi (o in bicicletta) le sue valli e i sentieri.

A piedi tra le nuvole è una bella iniziativa che tutti i weekend di luglio e agosto propone, all’interno del Parco del Gran Paradiso, iniziative ed eventi per invitare i visitatori a lasciare l’automobile e a percorrere a piedi (o in bicicletta) le sue valli e i sentieri.

Un’occasione in più per rispettare l’ambiente, certo, ma anche per gustare, con la giusta lentezza, la natura, la cultura e le tradizioni locali.
Sostenibilità ambientale, quindi, e amore per la natura nel primo dei parchi protetti italiani, uno scrigno di meraviglie da scoprire. Lo slogan di questa edizione di A piedi tra le nuvole è: “Spegni il motore e ascolta la montagna”. Come resistere a un invito così?
Nato nel 2003 con il protocollo di intesa promosso da Ente Parco Nazionale Gran Paradiso, Provincia di Torino, Regione Autonoma Valle d’Aosta ed i comuni di Ceresole Reale e Valsavarenche (Perle Alpine), A piedi tra le nuvole prevede, come ogni anno, la chiusura al traffico delle auto private dei i 6 km di strada che conducono al Colle del Nivolet tutte le domeniche dal 13 luglio al 31 agosto e il giorno di Ferragosto.

 

Il colle si potrà raggiungere a piedi (anche dalla Valsavarenche attraverso un comodo sentiero) o in bici, magari utilizzando il servizio di bike sharing disponibile a Ceresole Reale oppure con comode navette da Ceresole Reale. Sarà anche attivo un servizio bus che porterà i visitatori al Nivolet partendo dalla Frazione Villa, dal parcheggio del Lago Serrù e anche da Pont Canavese, da Ivrea, da Rivarolo, da Castellamonte e da Cuorgnè.
Il Nivolet è uno splendido pianoro di torbiere e ambienti umidi a 2.500 metri di altitudine, disegnato dai meandri della Dora. È l’habitat di stambecchi, camosci, marmotte, ermellini, volpi, uccelli migratori e stanziali, e di specie floristiche rare. 

Da sempre meta di ciclisti ed escursionisti, negli ultimi anni – soprattutto nelle domeniche estive – il Nivolet si trasformava sempre più spesso in un grande parcheggio ad alta quota. Ecco che è nato A piedi tra le nuvole, proprio con l’intento di ridare dignità e bellezza a questo angolo di parco.


 

Sull’onda del successo dello scorso anno, anche per il 2014 A piedi tra le nuvole si estenderà al vallone di Piantonetto, vallata selvaggia e sconosciuta ai più, ma amata dagli scalatori e da chi di montagna se ne intende davvero: tutti i sabati dal 19 di luglio al 30 agosto sarà attivo un servizio di navette che, dal piazzale Casermette di Locana, porterà fino alla diga di Telessio, da dove i più allenati potranno proseguire a piedi, accompagnati da una guida del Parco, fino al Rifugio Pontese, mentre i meno esperti potranno scegliere di percorrere numerosi sentieri semplici ed estremamente panoramici che si diramano nei dintorni.
Ma non è tutto. Per l’estate 2014, A piedi tra le nuvole propone inoltre un ricco calendario di eventi e di appuntamenti musicali, fotografici e culturali, che contribuiranno a rendere ancora più piacevoli ed interessanti i weekend in montagna, diventando così una sorta di contenitore all’interno del quale trovano spazio molti altri eventi estivi, raggruppati per tematiche: “Quando l’uomo cerca il divino”, “Armonie nel parco”, “Immagine e natura”, “La vita delle piante in montagna” e “Escursioni notturne in Val Soana”.


 

Il consiglio? Abbandonate le auto e godetevi l’aria leggera del Nivolet, priva dei rumori e degli sgradevoli odori dei gas di scarico, osservate con calma lo spettacolo della natura delle valli che si risveglia nei mesi estivi tra fischi di marmotte, corse di stambecchi e fioriture multicolori.
Tra le cose da fare nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, merita una visita il giardino alpino Paradisia di Valnontey, fondato nel 1955.
Paradisia ospita circa 1.000 specie di piante e fiori di Alpi e Appennini, oltre ad alcuni esempi della flora di altri gruppi montuosi di tutto il mondo. Sono numerosi i percorsi tematici che consentono di esplorare il Giardino Botanico secondo le proprie attitudini e capacità, scoprendo caratteristiche, proprietà e curiosità delle varie specie di piante che vivono in questi ambienti, ricostruiti qui appositamente per i turisti, come le zone umide, le morene, i detriti calcarei.
Da non perdere il giardino delle farfalle: centinaia di lepidotteri multicolori vengono infatti attirati dai fiori di una piccola area di Paradisia, offendo agli occhi degli escursionisti uno spettacolo magico, una danza turbinante ed ipnotica di piccole macchie di colore.

Il calendario completo degli eventi di A piedi tra le nuvole, lo trovate qui.