Maison-Vague – casa di design dal tetto verde

Ormai lo saprete che, ogni tanto, ci piace parlarvi di progetti architettonici insoliti e green, case che sembrano uscite da una favola dei fratelli Grimm, case che fanno sognare e sperare in un mondo migliore.

Ormai lo saprete che, ogni tanto, ci piace parlarvi di progetti architettonici insoliti e green, case che sembrano uscite da una favola dei fratelli Grimm, case che fanno sognare e sperare in un mondo migliore.

Ci piace parlarne perché sono progetti che guardano al futuro, a un futuro ecosostenibile e attento al benessere, oltre che allo stile. Come lo straordinario progetto dell’architetto e designer Patrick Nadeau: la Maison-Vague.
A vederla da fuori Maison-Vague sembra un’onda verde, una collina sinuosa e morbida. Nata su commissione del comune di Reims come sperimentazione per case popolari in un’area soggetta a forti vincoli economici, Maison-Vague è una casa ecosostenibile al 100%, costruita interamente in legno, a esclusione delle fondamenta, dalla forma semi-cilindrica: praticamente una sorta di cupola o collinetta che si adagia su una piattaforma (sempre in legno) sollevata da terra e, meraviglia delle meraviglie, è completamente avvolta da un manto di tenera erbetta.
Il "guscio vegetale" che avvolge Maison-Vague nella sua forma richiama secondo l’architetto l’idea di un tappeto di vegetazione che ondeggia sopra la Terra, ma in realtà funge da isolante termico proteggendo l’abitazione dal caldo in estate e dal freddo in inverno. Basti pensare che una stufa a legna nel soggiorno è sufficiente a riscaldare tutto l’ambiente.

Il tetto verde, progettato in collaborazione con l’azienda Ecovégétal, è dotato di un sistema di irrigazione automatica e di un meccanismo di "ritenzione idrica". Il manto erboso annovera erbe e graminacee che sono in grado di adattarsi a climi rigidi e richiedono una manutenzione minima: lavanda, timo e altre piccole erbe aromatiche sono sparse su tutta la superficie del tetto. Così la casa è viva e cambia il suo aspetto, il colore e l’odore con il passare dei giorni e delle stagioni.
La cornice che circonda la base della casa funge da panchina, elemento che coniuga e assembla l’elemento ‘casa’ con l’elemento ‘giardino’.
All’interno Maison-Vague è dotata di soggiorno, cucina e una zona giorno (o ufficio) al piano terra, due camere da letto e un bagno al piano superiore. Sul pianterreno i muri che affacciano all’esterno sono scorrevoli, pertanto apribili quasi interamente.
Molti elementi sono pensati per interagire sia con l’interno che con l’esterno: sul retro, una terrazza si connette al manto erboso, la doccia affaccia su una sorta di bow-window che dona la sensazione di lavarsi all’aperto.