Le piscine naturali più belle del mondo

Spettacolari e mozzafiato, le piscine naturali sono una delle mete più suggestive durante una vacanza.

Spettacolari e mozzafiato, le piscine naturali sono una delle mete più suggestive durante una vacanza.

A vederle, queste piscine scavate nella roccia, magari a pochi passi dal mare o impreziosite da cascate alte diverse centinaia di metri, fanno venire voglia di tuffarsi all’istante.
Nel mondo le piscine naturali sono più numerose di quanto si pensi: da quelle lontane come i Cenotes messicani dello Yucatan o le Marieta Island, a quelle vicine ai nostri lidi, come la laguna greca di Thassos o la Grotta della Poesia sulla costa Salentina.

Ecco una selezione delle piscine naturali più belle del mondo, secondo Viviconstile.

Cenote Ik-Kil, Yucatan – Messico
In Messico, dove ce ne sono centinaia, concentrate nella Penisola dello Yucatán, a pochi chilometri da Mérida e dalla Riviera Maya, le chiamano Cenotes. Sono delle grotte naturali che “nascondono” piscine di acqua dolce e fresca, in paesaggi che riportano immediatamente alla mente quelli del famoso film “Laguna Blu”. Come il Cenote Ik-Kil (Azul Sagrado o Sacro Cenote Blu), molto amato dai turisti di tutto il mondo. Si trova appena fuori della città messicana di Pisté, questo imponente "buco" naturale, perfettamente rotondo, che ha un diametro di 60 metri e una profondità di 40, circondato da una giungla di alberi e piante esotiche.

Playa Escondida, Isole Marieta – Messico
Le Isole Marieta, Islas Marietas in spagnolo, sono un gruppo di piccole isole disabitate a pochi chilometri dalle coste di Nayarit, in Messico, protette da un parco nazionale (Parque Nacional Islas Marietas ) che ha permesso di conservare intatto un patrimonio naturalistico senza eguali. Bastano 45 minuti di navigazione per arrivare in questo paradiso fuori dal tempo, perfetto per chi ama le esperienze green.
Sull’isola principale c’è una spiaggia “segreta”, la Playa Escondida: piccola, perfettamente tonda, è una striscia di sabbia bianca circondata da un mare cristallino raggiungibile solo percorrendo un tunnel nella flora selvaggia locale. Un angolo appartato delle Isole Marieta con una storia davvero signolare: si dice infatti che sia stata creata dall’esplosione di una bomba lanciata dal governo messicano nel corso di alcune esercitazioni negli anni della Prima Guerra Mondiale.

Queen’s Bath, Kauai – Hawaii


Alle Hawaii, a nord dell’isola di Kauai, molto amata dai surfisti che qui trovano pane per i loro denti affrontando le onde più potenti del mondo, veri e propri muri d’acqua alti fino a 6 metri, nei pressi di Princeville si trova la Queen’s Bath. Tutt’altro relax, a qualche passo dal burrascoso oceano, visto che Queen’s Bath è una piccola ma splendida piscina naturale, alla quale si accede passando attraverso una cascatella e camminando per un breve tratto tra le rocce laviche.

Cascate di Havasu, Supai – Arizona


In una zona remota del Grand Canyon nel Nord dell’Arizona, nel cuore della riserva indiana degli Havasupai, le Cascate Di Havasu si raggiungono dopo un’escursione a piedi o a cavallo attraverso sentieri rocciosi e una fitta vegetazione.
Ancora oggi poco conosciute e al di fuori dei circuiti di massa, sono caratterizzate da una cascata che da 35 metri di altezza si tuffa in una piscina color turchese e prosegue in altre piccole cascatelle e piscine naturali.

Laguna Di Giola, Thassos – Grecia
Sull’isola greca di Thassos c’è una laguna appartata, chiamata Giola: è una piscina naturale a pochi metri dal Mar Egeo. Segni particolari? Acqua cristallina e un temperatura superiore a quella del mare.
 

Grotta Della Poesia, Otranto – Puglia


A Roca Vecchia, 20 chilometri da Otranto, la Grotta della Poesia è un’istituzione delle estati in Salento. Il suo nome sembra derivi da "posia" che in greco antico significa sorgente di acqua dolce (in riferimento alla fonte che nei secoli scorsi scorreva dentro la cavità).
Tutti, però, pensano che il termine stia a significare “poesia” e sia legato a un’antica e romantica leggenda. Si narra infatti che in queste acque trasparenti e calde amasse bagnarsi una bellissima principessa. La notizia della sua presenza si diffuse ben presto in tutto il territorio, tanto da indurre i poeti della zona a recarsi ad ammirare la ragazza e comporre versi d’amore per lei. Ed ecco spiegata l’origine del nome di questa grotta naturale di casa nostra.