Jersey Boys, Synecdoche, New York e The dark side of the Sun – questa settimana al cinema

Questa settimana al cinema escono tre film molto diversi tra loro, ma ognuno a proprio modo capace di toccare tasti profondi di emozione.

Questa settimana al cinema escono tre film molto diversi tra loro, ma ognuno a proprio modo capace di toccare tasti profondi di emozione.

Jersey Boys di Clint Eastwood
Dal palcoscenico di Broadway al cinema, Clint Eastwood riporta sul grande schermo la storia di Frankie Valli e della sua ascesa, assieme all’amico di sempre Tommy e a Bob e Nick, verso il mondo dello show business. Loro sono i Four Season, un gruppo che negli anni Sessanta ebbe un successo straordinario.

Synecdoche, New York di Charlie Kaufman


A distanza di 6 anni dall’uscita americana e in seguito alla recente scomparsa di Phillip Seymour Hoffman, esce anche in Italia la prima opera da regista dello sceneggiatore Charlie Kaufman (Essere John Malkovich, Se mi lasci ti cancello).
Il film segue le vicende di Caden Cotard (Phillip Seymour Hoffman), regista teatrale frustrato e convinto di avere una malattia che lo farà morire da un momento all’altro. Lasciato dalla moglie per proseguire la propria carriera di pittrice a Berlino con la figlia Madeleine, Caden, che nel frattempo è in cura presso una terapista concentrata più su sé stessa che sugli altri, cerca di rifarsi una vita cercando la compagnia di altre donne.
Per dare un senso alla sua vita, il regista raggruppa un gruppo di attori e decide di mettere in scena uno spettacolo, ovvero la sua vita, in un enorme capannone che riproduce i luoghi da lui frequentati. Man mano che gli anni passano la scenografia viene ampliata sempre più e lo spettacolo non trova mai una fine.

The Dark Side Of The Sun di Carlo Shalom Hintermann


Questo documentario con inserti d’animazione è un lavoro toccante che ci spiega che cos’è lo Xeroderma Pigmentoso: una malattia molto rara della pelle che colpisce fin da bambini. La pelle di questi soggetti è molto fotosensibile e rischia l’ustione alla semplice esposizione alla luce diurna, assieme a un alto rischio di tumori della pelle e all’invecchiamento precoce.
I protagonisti del documentario sono i membri della famiglia Mahar, formata dalla madre Karen, il padre Dan e i figli Patrick e Katie. La primogenita è affetta da questa grave malattia, che le ha causato gravi deficit: è quasi sorda e ci vede poco. Per trovare conforto i genitori hanno fondato la XP Society, per riunire tutte le famiglie con figli aventi lo stesso problema di Katie. La società ha dato vita anche al Camp Sundown, un luogo che permette a tutte queste famiglie di riunirsi e fare attività all’aperto insieme ai propri figli. Dato la pericolosità della luce, le attività del campo si svolgono tutte di notte, che per questi bambini non è quindi un momento di paura ed ombre ma è l’unica parte della giornata in cui correre e giocare all’aria aperta senza rischiare seriamente la propria salute.

 

Giada Toso