Lo stile floreale per la moda di primavera-estate 2014

La primavera-estate 2014 si prospetta una stagione decisamente innovativa per la moda: dopo i colori pastello, è ora di osare con lo stile floreale.

La primavera-estate 2014 si prospetta una stagione decisamente innovativa per la moda: dopo i colori pastello, è ora di osare con lo stile floreale.

Fiori, fiori e ancora fiori, per abiti e accessori della primavera estate 2014: ma non pensiate a nulla di troppo romantico o sdolcinato. Il flower power del 2014 è tutt’altro che banale: le stampe floreali sono inaspettatamente artistiche, fino a trasformarsi in vere e proprie opere d’arte. E ce n’è per tutti i gusti, con fantasie delicate e altre così decise da farci credere che anche i fiori abbiano un’anima rock.
Sta di fatto che le passerelle parlano chiaro: da Dolce&Gabbana a Marni sarà un’estate floreale, allegra, sopra le righe. Anche perché i fiori contageranno tutto il nostro guardaroba: gli abiti, certo, ma anche le scarpe, le borse e i gioielli non rinunceranno al loro florilegio dal sapore rinascimentale.
Il mood primaverile sembra aver trovato ispirazione nei giardini per dettare le ultime tendenze in fatto di moda: tra stampe botaniche, fiori tridimensionali, petali, boccioli e piante rampicanti su abiti, la donna del 2014 sembra non poter più fare a meno di uno stile new romantic.
Ce lo dicono Dolce & Gabbana, tra i più grandi sostenitori dello stile floreale rivisitato in chiave barocca e mediterranea. Fiori sì, ma anche peperoni, cipolle, melanzane e agrumi, su cappottini e abiti belli come sculture.
Tutta un’altra aria da Marni, dove l’omaggio floreale c’è, ma si rivolge a oriente, alla tradizione nipponica dei kimoni delle geishe, rivisitati in abiti contemporanei dall’allure sportiva, con stampe a fiori stilizzati che decorano gonne e vestiti.
È una primavera-estate calda e romantica, quella di Alberta Ferretti, con abiti dai toni caldi, impreziositi da greche e stampe floreali. Capi leggeri, abitini da bambola ricamati, look total white, stampe e dettagli floreali sfilano su una passerella che infonde allegria, che fa pensare a paesi lontani, ai profumi e ai tramonti del Messico. Una collezione etno-chic, che predilige l’uso creativo di materie prime naturali come il cotone, lo chiffon, il pizzo.
Lo stile floreale per la primavera estate 2014 continua nella donna firmata Hermés, che si muove in una foresta tropicale indossando abiti “mimetici”: stampe a maxi fiori, grandi foglie lucide, verdi profondi per un effetto ultra chic.
Il florilegio si fa più romantico sulle passerelle di Christian Dior, dove i fiori sono piccoli, delicati e tridimensionali su abiti dai tagli anni Cinquanta, molto freschi. E non risparmiano gli accessori, le borse in primis, piacevolmente impreziosite da fiori e cristalli coloratissimi, come la Lady Dior in satin ricamato.
Per finire sognando, i meravigliosi abiti di Oscar de la Renta per la primavera estate 2014: eleganti, opulenti eppure freschi, sono perfetti per un ballo chic di mezza estate.