Soulcycle

SoulCycle, lo spinning che fa bene a muscoli e anima

Un tempo c’era lo spinning. Tutti a bordo di bici (senza ruote) pronti a percorrere immaginari chilometri a velocità supersoniche, con la musica giusta per galvanizzare anche i più pigri, bruciando calorie e mettendo in circolo endorfine.

Un tempo c’era lo spinning. Tutti a bordo di bici (senza ruote) pronti a percorrere immaginari chilometri a velocità supersoniche, con la musica giusta per galvanizzare anche i più pigri, bruciando calorie e mettendo in circolo endorfine.

A fine lezione ci si sentiva spossati, finalmente svuotati e sorprendentemente tonici.
Ciò che mancava, però, e che ora c’è, è uno sport che alleni il corpo ma anche la mente o, meglio l’anima. Ecco allora che dagli Stati Uniti arriva il SoulCycle, la nuova mania del fitness made in Usa.
A New York la moda impazza tra le celebrities: da Lady Gaga a Brooke Shields, da Kyra Sedgwick a Katie Holmes, non c’è star che non sia diventata una seguace del SoulCycle, esperienza tra il mistico e lo sportivo riassumibile nel motto: "Comincia il viaggio. Cambia il corpo. Trova l’anima".
Ma in poche parole, cos’è il SoulCycle? Immaginate una classe di spin, ma a lume di candela: si pedala in sella e in piedi e si integra l’allenamento con esercizi per le braccia. La musica è emozionante, ma sono le parole dell’istruttore a fare la differenza: veri mantra motivazionali, che incitano a trovare la forza e il coraggio per superare gli ostacoli. Quelli della vita, però, quelli che fanno grande un’anima.
La pratica dello SoulCycle permette quindi, secondo le entusiastiche affermazioni di chi lo pratica di tonificare il corpo e purificare la mente in una sola disciplina. Anzi, di più: c’è chi grazie alla bicicletta dell’anima è finalmente riuscito a prendere decisioni che stavano nel cassetto da anni, come lasciare il fidanzato sbagliato o cambiare lavoro.
SoulCycle è nata nel 2005 grazie a due amiche che cercavano un tipo di allenamento che stimolasse tutti i muscoli del corpo e che facesse vibrare le corde dell’anima, da praticare in un’atmosfera divertente. SoulCycle si è rapidamente diffusa a ritmi sorprendenti e ora annovera diverse sedi tra Los Angeles e New York e sarà a breve esportata in 60 altre città del mondo, tra cui Londra (2014).
La cosa curiosa è che sembra che a New York la moda del SoulCycle abbia “colpito” principalmente soprattutto celebrities e business executive che, così si narra dalle pagine del Wall Street Journal, preferiscono ormai fare affari con i propri clienti pedalando nella penombra di SoulCycle, piuttosto che intorno a un freddo un tavolo di lavoro.