patatine al cioccolato

Un dolce e salato Natale con le patatine al cioccolato

Tirando le somme, mancano pochi giorni al fatidico arrivo del simpatico vecchietto vestito di rosso Valentino.

Tirando le somme, mancano pochi giorni al fatidico arrivo del simpatico vecchietto vestito di rosso Valentino.

Eppure, tralasciando la romantica atmosfera che si viene a creare tra addobbi e canti natalizi, durante questa festività esistono due certezze ormai inossidabili: lo shopping sfrenato per i regali e le “ferie” dalla dieta.
Non neghiamolo: noi tutte sappiamo che, tra la Vigilia e il Capodanno, il rapporto creatosi tra noi e la bilancia sfocia in una “pausa di riflessione” fatta di remore e colpi di testa.
Piatti elaborati, dolci di ogni tipo e qualche bicchiere di spumante in più possono, infatti, portarci a dire addio a quei buoni propositi alimentari che c’eravamo imposte in vista della stagione estiva 2013.
Però, tutto sommato, la colpa non è esclusivamente nostra!
Per quanto possiamo esser golose, tra nonne e mamme dal mestolo di fuoco e prodotti tipici del periodo, la tentazione è dietro l’angolo, sempre pronta a colpirci sui fianchi e su quelle maniglie dell’amore che tanto ci fanno imbarazzare.

E forse è proprio per questo motivo che la Frito-Lay, azienda americana di proprietà della Pepsi&Co., ha immesso sul mercato in nome della linea Wavy le patatine al cioccolato.
Sì, avete letto bene; patatine fritte ricoperte di cioccolato al latte.
Dolce e salato in un unico snack creato appositamente per le vacanze di Natale.
Al prezzo di 3,49 dollari, dall’8 dicembre corrente anno, sarà dunque possibile, in tutti i supermercati americani, acquistare tali 140 grammi di trigliceridi, grassi insaturi, zuccheri e calorie ben superiori al normale fabbisogno giornaliero.
La Lay ha inoltre annunciato che, nell’eventualità in cui le patatine al cioccolato rendano più di quanto previsto, non solo le manterranno in vendita anche oltre il periodo natalizio, ma aggiungeranno tantissime altre varianti (quali cioccolato fondente, cioccolato bianco, menta piperita…) per soddisfare i palati più eterogenei.

Ma dove non arriva la gioia di tutti i golosi del mondo, arrivano le critiche dei nutrizionisti sempre più preoccupati per il dilagarsi di un’alimentazione sbagliata nei paesi occidentali, causa primaria di problemi quali l’obesità e il diabete.
Oltre a ciò, chissà cosa dirà la First Lady Michelle Obama, da anni portavoce della battaglia contro il cibo spazzatura e promotrice di una vita sana fatta di movimento e alimentazione corretta.

L’unica cosa certa, a questo punto, è che la Frito-Lay non esporta i propri prodotti qui in Italia, permettendoci così di non aggiungere altre calorie a quanto mangeremo durante le festività Natalizie….sebbene non sia detto che qualcuno, venuto a conoscenza di questo curioso sposalizio tra salato e dolce, non tenti di ricrearlo a casa con i cioccolatini del calendario dell’Avvento.
Siete dunque pronte per questa prova di coraggio?

Dal Blog Doppio Geffer