Ceresio 7, il nuovo ristorante DSquared2 a Milano

Appena inaugurato sul roof-top del quartier generale  Dsquared2 a Milano, Ceresio 7 è il nuovo ristorante degli stilisti canadesi Dean e Dan Caten (i fratelli fashion designer proprietari del marchio Dsquared2).

Appena inaugurato sul roof-top del quartier generale  Dsquared2 a Milano, Ceresio 7 è il nuovo ristorante degli stilisti canadesi Dean e Dan Caten (i fratelli fashion designer proprietari del marchio Dsquared2).

Ambiente vintage, rilassato ma elegante, sembra quasi di essere a casa, ma in cucina c’è uno chef di tutto rispetto, Elio Sironi. Dal terrazzo, poi, si vede tutto lo skyline della Milano che sale.
Partiamo dalla location, lo storico e monumentale palazzo Enel costruito in pieno regime fascista di via Ceresio diventato la sede milanese dell’azienda di famiglia dei Caten, il brand Dsquared2.
Gli stessi stilisti sono stati coinvolti in prima persona nei lavori di progettazione del nuovo spazio, all’ultimo piano del palazzo, dove ora si trova il ristorante.

Un lavoro accurato, realizzato in sinergia con lo studio di architettura Storage per lo sviluppo architettonico e con quello di interior design Dimore Studio per la realizzazione del concept degli interni e dei complementi.
Il risultato è un ambiente che si pone armonicamente negli spazi razionalisti del palazzo anni Venti, rivisitandoli senza sovvertirne lo stile. I canoni stilistici dell’epoca, mescolati con altri suggerimenti, un po’ italiani, un po’ internazionali, colori sofisticati e non troppo sgargianti, tanto ottone, marmo e legno effetto vintage, sono gli elementi che caratterizzano Ceresio 7.
Ci si ritrova in una sorta di grande stanza cannocchiale idealmente divisa in due aree gemelle, dove si pasteggia e si sorseggiano aperitivi. Tutto è doppio, dai camini in marmo alle piscine sulle terrazze.
Senza dimenticare che questo è un ristorante bello che vuole offrire un’esperienza gourmand diversa per Milano: una cucina semplice ma esigente, di istinto atavico, basata sulla tradizione e sulla qualità del prodotto, fatta di sapori e di materie prime d’eccellenza.
I piatti sono eclettici e solidi, un mix vincente fra tradizione e creatività. Proposte classiche che trovano la loro forza nei sapori di una volta (in chiave chic) come baccalà, patate e insalata di prezzemolo, culatello, fichi e gnocco fritto, linguine alla matriciana in cacciucco di astice, maccheroni al ragù, porcini e castagne, stufato di mare e coccio di fregola, piccata al limone con finocchi e acciughe e galletto speziato con polenta e guanciale.
Ottima la carta dei vini, con più di 200 etichette. C’è anche un American Bar che funziona dalle dieci del mattino all’una di notte.