I migliori tapas bar di Siviglia

En Sevilla no se come sino se tapea. Qui a Siviglia non si mangia, si tapea, dice un famoso detto popolare della città nel sud della Spagna.

En Sevilla no se come sino se tapea. Qui a Siviglia non si mangia, si tapea, dice un famoso detto popolare della città nel sud della Spagna.

E, in effetti, il capoluogo dell’Andalusia è una delle capitali gastronomiche spagnole, dove la tapas (che si dice siano state inventate proprio qui) sono un’istituzione, di più: una filosofia di vita.
In città pullulano bar, bodeguitas, piccoli locali e ristoranti dove gustarle ad ogni ora del giorno e della notte, soprattutto nel Barrio Santa Cruz, il più antico e caratteristico dei quartieri cittadini dove dall’ora di cena in poi, inizia il rito più classico di Siviglia: il tapear, ovvero il passare da un locale all’altro assaggiando in ciascuno una piccola porzione, accompagnata da un bicchiere, per poi passare al bar o al ristorante successivo.
Forse l’unica difficoltà potrebbe essere quella di riuscire a districarsi tra le decine di proposte un po’ troppo turistiche. Ma per questo c’è la soluzione: ecco la nostra selezione di locali dove assaggiare l’autentica gastronomia sivigliana.

Vineria San Telmo

Vineria San Telmo è un’istituzione a Siviglia, nata nel 2004 su idea di Juan Manuel Tarquini e di sua moglie che volevano offrire il cibo di qualità e il buon vino che loro stessi ricercavano quando uscivano a mangiare. Dove si trovava un vecchio negozio ormai chiuso di uniformi militari in Paseo Catalina de Ribera, dopo qualche mese di duro lavoro nacque VST.
Si mangia benissimo: il menù raffinato è ideato in modo stagionale dallo chef Jose Vincente Flores Gallardo, le torte deliziose sono invece opera della moglie di Tarquini. Ottima anche la carta dei vini per lo più spagnoli, scovati da Tarquini da piccoli produttori in tutta la nazione.

Taberna Coloniales

Altro indirizzo per amanti delle vere tapas è la Taberna Coloniales. A Siviglia ce ne sono due, una in zona Cattedrale e l’atra nei pressi di Plaza de la Encarnaciòn: i prezzi sono contenuti, ma i taglieri di crostini con salmorejo e jamòn sembrano non finire mai. La taverna è molto conosciuta in città, quindi mettete in conto di aspettare una buona mezz’oretta prima di avere il vostro tavolo a disposizione. Ma non demordete e, soprattutto, fate come i sivigliani: godetevi un piccolo aperitivo in piedi con tinto de verano, olive e jamòn.
 

El Rinconcillo

Che tapear è se non si fa una sosta da El Rinconcillo? È la più antica taverna di tapas della città fondata nel 1670 nel cuore della vecchia Siviglia, calda e autentica, sempre piena di risa e di chiacchiere. Le tapas sono ottime e vengono servite sia al banco (sempre affollato) con una cerveza ghiacciata, sia nella zona ristorante, forse un po’ cara ma ne vale la pena perché il cibo è di grande qualità. Non manca proprio nulla per fare il pieno di atmosfere andaluse, jamòn appesi al soffitto compresi.
 

El Faro de Triana


In uno dei quartieri più tipici di Siviglia, proprio alla fine del Puente de Isabel II, ecco la piccola torre gialla che ospita questo famoso tapas bar. Specialità della casa il pesce: frittura di tutti i tipi, calamari alla piastra e baccalà. Ma sopra ogni cosa è la vista dalla terrazza che vale la sosta: il piccolo ristorante domina dall’alto il Rio e ci si perde, soprattutto al tramonto, nelle morbide anse del fiume, fino a scorgere in lontananza la punta della Giralda.

 

Bar Alfalfa


Certo non aspettatevi un ristorante dove ci si siede ai tavoli comodamente serviti da camerieri. Il Bar Alfalfa è un tipico locale sivigliano di Calle Candilejo: legno scuro, qualche tavolo e tanti sgabelli intorno al bancone dove si svolge la vera movida. Le tapas sono classiche, con un omaggio alla bruschetta italiana, e gli avventori simpatici. Perfetto per fare amicizia.