Fare il profumo in casa con The Alchemist’s Dressing Table

E se anche il mondo del beauty diventasse fai-da-te? Non pensiate però di dovervi cimentare con intrugli e pozioni della nonna.

E se anche il mondo del beauty diventasse fai-da-te? Non pensiate però di dovervi cimentare con intrugli e pozioni della nonna.

Qui si parla di hi-tech, alta tecnologia al servizio della bellezza home made.

Da oggi è possibile trascorrere qualche ora tra alambicchi e distillatori come veri alchimisti grazie a un nuovo prodotto in commercio, The Alchemist’s Dressing Table.
Frutto di un’idea geniale di Lauren Davies, il set del “piccolo profumiere in erba” è un insieme di utensili che si ispirano in effetti a quelli utilizzati un tempo nei laboratori degli alchimisti, ma ripensati in chiave contemporanea come strumenti al servizio della bellezza eco-friendly, per realizzare profumi e cosmetici naturali e su misura.

Come spiega la designer londinese, infatti: “credo che questo potrebbe essere il futuro di cosmetici per la donna moderna che vuole controllare ciò che usa sulla sua pelle e l’impatto che hanno sul nostro ambiente”.

Pezzo principale del set è il distillatore che serve per ottenere gli oli essenziali, alla base di ogni fragranza e preparato cosmetico. L’acqua viene portata a ebollizione utilizzando il calore proveniente dal bruciatore di olio sotto la ciotola di rame.

Il vapore passa attraverso il materiale vegetale sul setaccio e, a contatto con il vano superiore riempito di ghiaccio, si raffredda e si trasforma in liquido, per essere poi raccolto nel bicchiere sottostante.
I materiali scelti per la realizzazione degli attrezzi da lavoro sono nobili e naturali: rame e legno di cedro, sughero per isolare, vetro borosilicato per la sua resistenza al calore e acciaio.

Sicuramente The Alchemist’s Dressing Table è un oggetto molto affascinante: si parte dal fiore fresco e lo si trasforma in essenza, ovvero in un concentrato di fragranza totalmente naturale da indossare ogni giorno.