I migliori film della settimana da oggi al cinema

Iniziano ad arrivare nelle sale nostrane i primi film protagonisti della 70esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, recentemente concluso.

Iniziano ad arrivare nelle sale nostrane i primi film protagonisti della 70esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, recentemente concluso.

Questo fine settimana, infatti, sono due le opere italiane, ed entrambe vincitrici, che potremo trovare sui nostri grandi schermi. Per i film esteri che il pubblico del Festival veneziano ha potuto guardare in anteprima, invece, bisognerà aspettare ancora qualche mese.

Via Castellana Bandiera di Emma Dante
Due donne stanno raggiungendo in macchina un matrimonio a Palermo quando si ritrovano faccia a faccia, o meglio cofano a cofano, con una macchina proveniente dalla direzione opposta in una strada molto stretta: Via Castellana Bandiera. A questo punto, l’unico modo per sbloccare la situazione è la retromarcia di uno o dell’altro veicolo ma nessuna delle due conducenti, Samira e Rosa, ha intenzione di muoversi per prima. Inizia così un muto duello al femminile a colpi di sguardi e di astinenza dal mangiare, dal bere e dal dormire.

 

Sacro Gra di Gianfranco Rosi
Vincitore del Leone d’Oro dell’ultima edizione del Festival di Venezia, “Sacro GRA” indaga le varie realtà umane che vivono attorno all’area del Grande Raccordo Anulare. Un nobile piemontese decaduto che abita con la figlia e ha come vicino di casa un dj indiano, un pescatore di anguille, delle prostitute, un botanico che si batte per tutelare l’esistenza delle palme, un paramedico che vive con la madre affetta da demenza senile e molte altre storie si intrecciano in questo film, documentando ciò che il regista ha trovato durante i due anni di lavorazione del film lungo questo raccordo che abbraccia la capitale.

 

Il piano perfetto di Pascal Chaumeil
Continua il fortunato periodo delle commedie francesi!
Perseguitata da una maledizione che aleggia sulla sua famiglia da generazioni e distrugge tutti i primi matrimoni, Isabelle (Diane Kruger) con l’aiuto della sorella decide di attuare un piano di salvataggio: sposare il primo che capita, divorziare e convolare a nozze con il vero amore della sua vita.
Lo sconosciuto su cui Isabelle punta è Jean-Yves Berthier (Dany Boon), un redattore di guide turistiche che dovrà seguire dal Kilimangiaro a Mosca per convincerlo a sposarla.

 

Rush di Ron Howard
“Rush” racconta la celebre rivalità sportiva che intercorse tra due dei più famosi piloti di Formula 1: James Hunt e Niki Lauda. Dotati di due caratteri diametralmente opposti, si trovarono a gareggiare per lo stesso obiettivo, ovvero essere il migliore pilota al mondo, fino al tragico incidente che coinvolse Lauda nel 1976.
Il regista è il celebre Ron Howard (sì, Richie Cunningham, l’amico di Fonzie) che smessi i panni dell’attore ha dimostrato negli anni di essere anche un ottimo regista (A beautiful mind, Cinderella man, Il Grinch).

 

Giada Toso
Dal blog In their Clothes