Torna la grande Festa della Gastronomia francese

Dal 20 al 22 settembre tutta la Francia si trasforma in un grande laboratorio del gusto, per l’attesissimo evento dedicato alla gastronomia francese e ai valori della convivialità e del vivere insieme.

Dal 20 al 22 settembre tutta la Francia  si trasforma in un grande laboratorio del gusto, per l’attesissimo evento dedicato alla gastronomia francese e ai valori della convivialità e del vivere insieme.

Torna infatti la Festa della Gastronomia, Fête de la Gastronomie, promossa da Sylvia Pinel, ministro francese dell’Artigianato, del Commercio e del Turismo con un obiettivo nobile e preciso: valorizzare la ricchezza e la varietà dei prodotti, delle cucine, del savoir-faire francese, dei professionisti ma anche dei semplici appassionati che parteciperanno a questa grande festa popolare.

L’edizione del 2012 ha visto la partecipazione di oltre 150000 professionisti della gastronomia che hanno dato vita a 3800 eventi in tutta la Francia. Quest’anno, nei tre giorni di festa, chef, grande pubblico, appassionati di cucina di tutte le età si daranno appuntamento in un’infinità di banchetti popolari, mostre, animazioni di strada, mercati, artigiani, presentazioni di mestieri, visite di aziende, ristoranti con menù speciali.

Padrino d’eccezione di tutte le iniziative legate all’evento, il grande chef francese Thierry Marx, che con il suo lavoro si è dedicato quotidianamente alla valorizzazione dei prodotti e della cucina del territorio francese in tutto il mondo.

Inoltre, 27 chef tra i più importanti del panorama francese sono stati chiamati per una missione impossibile: creare una ricetta semplice e gastronomica a basso costo – il budget a disposizione è di soli 5 euro – da presentare in occasione della festa.

Per farlo sono stati “richiamati all’ordine” nomi eccellenti: da Nicolas Adam a Philippe Agesidame, Philippe Augé, Pierre Bertranet, Éric Boutté, Pierre Caillet, Bernard Charret, Christian Constant, Christopher Coutanceau, Thomas d’Arcangelo, Emmanuel Delmar, Anne Ernwein, Guy Ferdinand, Alexandre Gauthier, Michel Guérard, Eric Guérin, Guillaume Gomez, Gilles Goujon, Patrick Grondin, Jean-Paul Jeunet, Philippe Mille, Babette de Rozières, Michel Troisgros, Ivan Vautier, Serge Vieira, Loïc Villemin, Sylvestre Wahid.

Le ricette, a base di prodotti regionali e di stagione, facili ma creative, verranno offerte durante i tre giorni dell’evento a tutti e saranno consultabili sul sito della festa della gastronomia: una buona occasione per scoprire e cucinare grandi piatti firmati in versione low cost.

 

Immancabili i banchetti popolari, sparsi per tutta la Francia, compreso l’Oltremare.
Ad oggi sono già in programma 20 grandi banchetti e altri se ne aggiungeranno: 800 persone sulla piazza del Palazzo dei Papi di Avignone, 400 persone nei Pays de Loire e altre 400 in due serate al Grand Palais di Parigi, 150 persone in Alsazia sul tema delle donne in gastronomia, una « 24 ore della cucina » a Le Mans che riunisce 200 persone in un’abbazia dopo dei Master Class.

E ancora, oltre 100 partecipanti giovanissimi in Bretagna, gare di cassoulets con oltre 100 partecipanti a Carcassonne, e confraternite in Borgogna, la Champagne-Ardenne con il progetto «A tavola con…».

Tutte le regioni di Francia sono rappresentate e non solo: a Buenos Aires un banchetto con 400 persone verrà organizzato dall’associazione «Lucullus» che riunisce francesi appassionati di buona tavola.

E per i bambini, un gran concorso nazionale di disegno, sul tema della gastronomia: disegnare il piatto preferito e raccontare quel che amano della cucina.
Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulla Festa della Gastronomia su www.fetegastronomie.fr