Giorgio De Chirico in mostra a Montepulciano

Alla Fortezza poliziana di Montepulciano, nel cuore della Toscana senese, fino al 30 settembre si tiene una bella mostra dedicata a uno dei più grandi artisti italiani, de Chirico.

Alla Fortezza poliziana di Montepulciano, nel cuore della Toscana senese, fino al 30 settembre si tiene una bella mostra dedicata a uno dei più grandi artisti italiani, de Chirico.

“Giorgio de Chirico. Il ritratto – Figura e forma” è il titolo del progetto espositivo, a cura di Katherine Robinson, che presenta 68 opere del Maestro inventore della pittura metafisica provenienti dalla collezione della Fondazione Giorgio e Isa de Chirico di Roma.
Tra le opere più significative della sezione dedicata al ritratto classico, si distinguono il celebre Autoritratto nudo del 1945, il grande Bagnanti (con drappo rosso nel paesaggio) anch’esso del 1945, l’Autoritratto nel parco con costume del Seicento (1959) e il Ritratto di Isa, vestito rosa e nero (1934).

Nella sezione della Neometafisica troviamo i più famosi soggetti dechirichiani: i manichini, rappresentati da Ettore e Andromaca (1970), il celebre tema della Piazza d’Italia, con Piazza d’Italia con statua di Cavour (1974) e l’Archeologo con Il Pensatore (1973) e il sorprendente Meditatore (1971).
Un progetto ambizioso che, come precisa la curatrice, vuole esplorare il ruolo che la figura umana, o umanizzata, gioca nella costruzione dell’universo iconografico e pittorico di de Chirico, autore che, andando ben oltre il tema tradizionale del ritratto, pone dei quesiti che ci avvicinano al grande mistero dell’esistenza.
Visitando la mostra di Montepulciano gli appassionati, gli studiosi e i visitatori avranno l’occasione di cogliere una singolare caratteristica di Giorgio de Chirico, il quale sosteneva che “nel ritratto, soggetto in genere poco avventuroso, subentra il senso della sorpresa e della scoperta”.