Whitney Museum of America Art di Renzo Piano

Il nuovo progetto del Whitney Museum of America Art di Renzo Piano

Renzo Piano ha presentato ai giornalisti, pochi giorni fa, il suo ultimo progetto il Whitney Museum of America Art che sta sorgendo nel West Village, estrema porzione occidentale del Greenwich, a Manhattan.

Renzo Piano ha presentato ai giornalisti, pochi giorni fa, il suo ultimo progetto il Whitney Museum of America Art che sta sorgendo nel West Village, estrema porzione occidentale del Greenwich, a Manhattan.

Situato all’ingresso Sud del nuovo ma già amatissimo High Line Park, l’ampliamento della struttura che attualmente si trova nella Madison Avenue sarà pronto nel 2015, ma i lavori sono a buon punto.

È stata la stessa archistar genovese insieme al direttore del Whitney, Adam D. Weinberg, ha condurre il primo grande media tour.
L’opera, che si svilupperà su 9 piani, costerà, tra costruzione e allestimento, 760 milioni di dollari (poco meno di 600 milioni di euro).
Durante il tour con i giornalisti, il direttore e l’architetto hanno motivato gli ulteriori lavori per la impermeabilizzazione dei basamenti che è stato necessario intraprendere dopo che l’uragano Sandy, nello scorso autunno, aveva allagato la costruzione per oltre 9 metri.

Prima del terribile uragano, il progetto era di posizionare le opere che saranno ospitate al Whitney Museum a partire dal quarto piano in su, ma Sandy ha dimostrato che questo sarebbe potuto non essere sufficiente per metterle in salvo.

Così, con l’ausilio dei massimi esperti mondiali di ingegneria idraulica, è in fase di realizzazione un sistema di portiere e di vetrate stagne che metterà in sicurezza l’edificio. Il tutto sarà inoltre circondato da dighe provvisorie di alluminio durante tutta la costruzione.
D’altronde, per il museo che conserva alcune delle principali opere dei maestri dell’arte americana come Andy Warhol, Eduard Hopper, Helen Frankenthaler e Pollock bellezza e sicurezza non sono mai abbastanza.