Vestire con stile le décolleté di primavera

Forse la responsabile di tutto fu Cenerentola, con la sua scarpetta di cristallo, perduta sulla scalinata del famoso palazzo: la prima di generazioni di shoe addict.

Forse la responsabile di tutto fu Cenerentola, con la sua scarpetta di cristallo, perduta sulla scalinata del famoso palazzo: la prima di generazioni di shoe addict.

E questa primavera, che dovrebbe essere la stagione dei sandali, per le avverse condizioni meteorologiche vede un vero e proprio trionfo delle décolleté.
Il termine, entrato nella lingua francese del ‘700, indica universalmente da allora, la profonda, generosa scollatura di un corpetto, una blusa ma soprattutto un abito.
Da décolleté, prese il nome un tipo di calzatura, chiusa ma affusolata e appunto scollata alla caviglia, che alla metà dell’800, ebbe tacco largo e di media altezza, diventando negli anni ’30 del novecento decisamente elegante, con tacco alto per il pomeriggio e per la sera.
I tacchi: sono loro i protagonisti, simbolo per eccellenza di femminilità e potere, di raffinatezza e libertà.
I modelli della primavera-estate 2013 si ispirano a quelli degli anni ’50, a punta con tacco a spillo, quelli vertiginosi dotati di un listino per agganciarli alla caviglia.
È il caso di Blade (lama), le scarpe con tacco in metallo, icona della collezione Casadei dal 2011, con cinturino a T, estremamente femminili nella versione in vernice rossa per la prossima stagione.
I modelli classici si trasformano, grazie a righe in vernice e suède con inserti in pvc.

Il pitone dosa colori insoliti come senape, lime, rosa e giallo, mentre la pelle azzurro pastello diventa brillante e metallizzata (Gianvito Rossi).
Alcuni modelli sono così preziosi da sembrare gioielli, come le pump firmate John Richmond Black Label con tacco a chiave di metallo e logo della maison.

Le décolleté sono perfette con pantaloni a sigaretta, ma anche di linea morbida, abiti o gonne che sfiorano il ginocchio.
Infine, ricordate che le scarpe con il tacco sono una vera e propria cura di bellezza: snelliscono la caviglia, alzano il sedere e slanciano la figura, hanno la stessa funzione di un talismano, poiché rendono più sicure (sempre che non abbiate problemi di equilibrio e qui, l’esercizio è fondamentale), e dunque più attraenti allo sguardo degli altri, oltre che al proprio.

 

Giovanna Sitran, dal blog The Glam Pepper