Marsiglia Capitale della Cultura 2013

Marsiglia Capitale Europea della Cultura 2013: gli eventi da non perdere, il nuovo volto della città

Occhi puntati su Marsiglia, Capitale Europea della Cultura 2013, protagonista di un grande progetto culturale che spazia dall’architettura al design, dalle arti alla gastronomia e che coinvolge tutto il territorio.

Occhi puntati su Marsiglia, Capitale Europea della Cultura 2013, protagonista di un grande progetto culturale che spazia dall’architettura al design, dalle arti alla gastronomia e che coinvolge tutto il territorio.

Dodici mesi sotto i riflettori per la bella città francese, da sempre ponte ideale tra le due sponde del Mediterraneo, città crogiuolo di culture, aperta al cambiamento e incredibilmente capace di rinascere a nuova vita.
E quale occasione migliore di questa elezione a Capitale Europea della Cultura per cambiare pelle, ancora per una volta? Così, accanto alla vecchia Marsiglia del Panier, della Canebière e delle Calanques, è sorta una città tutta nuova: sono più di 60 i cantieri avviati in città. Opere di recupero, riconversione o costruzione, grandi interventi spesso affidati ad archistar internazionali che hanno cambiato e stanno cambiando per sempre il volto di Marsiglia.


L’architetto Stefano Boeri ha sorpreso tutti con la sua bellissima Villa Méditerranèe: la nuovissima sede del Centre International pour le dialogue et les échanges en Méditerranée che ospiterà mostre permanenti e temporanee, è un’architettura ardita, che sembra nascere dalle acque del mare. Una struttura che vuole essere un luogo di incontro e di scambio e che nella forma spettacolare catalizzata dallo sbalzo in vetro e cemento di 36 metri sospeso a 14 metri di altezza rappresenta perfettamente la tensione vero l’altro.

Accanto sorge il MuCEM, Museo delle Civiltà dell’Europa e del Mediterraneo, museo nazionale, progetto dello Studio Ricciotti: anche qui collezioni permanenti, esposizioni, incontri, teatro, cinema, musica, feste, in pratica 40000 metri quadrati di amore per il Mediterraneo e la sua cultura.

E, ancora la riqualificazione del Vieux Port di Marsiglia, uno dei più grandi porti del Mediterraneo affidata a Norman Foster e Patrimonio dell’Umanità, da tempo diventato inaccessibile ai pedoni ed ora completamente riportato a nuova vita, con la creazione di spazi conviviali.

Tutte location perfette per una serie di eventi che animeranno la città per tutta l’estate. Da giugno ad agosto è la volta di Marseille-Provence a cielo aperto, un’estate di itinerari, festival, spettacoli sotto le stelle, insolite cucine ambulanti e il 7 e 8 settembre, la grande Parata Marittima, con migliaia di imbarcazioni che si daranno appuntamento sulle coste davanti alla Capitale Europea.

Ma l’evento più curioso sarà la TransUmanza: una grande marcia di uomini e animali a piedi o a cavallo che, partiti da Italia, Marocco e Provenza, attraverseranno tutto il territorio per arrivare a Marsiglia il 9 giugno. Un viaggio simbolico, oltre che reale, scandito da serate culturali e musicali, incontri con uomini speciali come poeti e pastori, degustazioni gastronomiche.
Infine, da settembre a dicembre, “Marseille-Provence dai mille volti”, punterà l’attenzione sulla città e il suo territorio circostante,con appuntamenti e mostre-evento di rilievo internazionale nei luoghi simboli di Marsiglia e in tutta la Provenza.