Kendra Spears

News Post 

Curiosità dal mondo: dove sono le principesse di una volta?

La notizia è di quelle che fanno leccare i baffi al jet set internazionale.

La notizia è di quelle che fanno leccare i baffi al jet set internazionale.

Kendra Spears, modella americana originaria di Seattle, sposerà il bel Rahim Aga Khan, figlio dell’Aga Khan, e diventerà quindi Principessa.
Se nobili, alta borghesia e fashion system si stanno già preparando al matrimonio, noi, povere comuni mortali, dovremo accontentarci, come al solito, dei resoconti dei giornali di settore e magari di qualche scatto rubato dai profili Instagram degli invitati.
Alla notizia che una bellissima è stata di nuovo baciata in fronte dalla fortuna, ci è venuto un dubbio lecito: ma una volta, le principesse, non erano ragazze normali?
Prendiamo il caso di Kendra. Dire che è una ragazza fortunata è dire poco. Di più, è una ragazza bellissima, nata con la camicia. Non una camicia qualunque però una camicia in seta di Prada e un paio di scarpe tacco 12. Louboutin, magari. Giovanissima, è nata nel 1988, in America è conosciuta per la sua somiglianza a Cindy Crawford. Non esattamente una qualunque, in effetti. E come se non bastasse essere bellissima e sfilare per i più importanti marchi di moda al mondo, ora diventerà anche una principessa.
Un’altra principessa molto amata, e non solo dai suoi sudditi, è Kate Middleton, futura regina d’Inghilterra. Kate, famiglia alto borghese, è così perfetta nel ruolo che sembra abbia studiato tutta la vita per fare nient’altro che la Principessa. E che dire di Rania di Giordania? Bella, intelligente e in gamba, si è data un gran da fare per migliorare la situazione delle donne in Medio Oriente. Come non citare, poi, Vittoria di Svezia? Futura regina, vanta un curriculum di tutto rispetto che, dopo la laurea a Yale l’ha portata in giro per il mondo per una carriera nella diplomazia internazionale.
È superfluo poi fare qualsiasi commento su Charlotte di Monaco. Nonostante sia priva di titoli nobiliari, è quarta in linea di successione al trono del piccolo regno Monegasco. Come già detto, superfluo qualsiasi commento sulla sua bellezza e sulla sua classe. Atleta, ha gareggiato in diversi tornei di equitazione, ha legato da diversi anni il suo volto al marchio Gucci, di cui è testimonial.
Noi, ragazze normali che seguiamo le loro vicende, non possiamo che ammirarle e prendere ispirazione dai loro look per i nostri. Però, lo ammettiamo, rimpiangiamo i tempi in cui le principesse facevano la gavetta e mostravano i loro difetti.

I tempi in cui, per capirci, prima di diventare principessa dovevi dimostrare di saper badare a 7 uomini o sopportare suocere invadenti fino al limite della pazzia. Oggi, le principesse sono bellissime e naturalmente eleganti, sempre perfette, anche alle 7 del mattino e mai fuori posto. Mica come noi, che siamo arruffate disordinate e perennemente in ritardo? Magari con lo smalto sbeccato e un pranzo al volo al bar. Niente a che vedere con la loro eterea perfezione.
A tutte loro, principesse e aspiranti tali, i nostri migliori auguri. Ma vogliamo anche lanciare un appello: la vita vi ha già riservato il meglio, potreste almeno lasciare a noi i principi?

Laura Coppola
Dal blog Wanna Be Fashion Journalist