Lo stile anni 60′ per la primavera/estate 2013

Dalle passerelle internazionali al nostro armadio: la stagione calda della moda respira un’aria anni Sessanta.

Dalle passerelle internazionali al nostro armadio: la stagione calda della moda respira un’aria anni Sessanta.

Gli anni che hanno visto nascere il prêt-à-porter, le gonne corte e una moda ispirata allo street style delle grandi metropoli come Londra.
La donna diventa una bambina capricciosa e ammiccante che si rifà alle icone Twiggy e Brigitte Bardot, mette in evidenza gli occhi con lunghissime ciglia finte e mantiene labbra e viso al naturale.
Molti i designer contemporanei che per le collezioni primavera/estate 2013 hanno guardato al passato, lasciandosi inspirare dai costumi di quegli anni caratterizzati da una vasta gamma di fantasie astratte – geometriche, a scacchi o floreali – da abiti con linee dritte leggermente svasate verso il fondo, da pantaloni a sigaretta o appena scampanati e dalle intramontabili minigonne.

E proprio la minigonna è una delle protagoniste della stagione: è il caso della maison Moschino che osa con proporzioni minimal, linee geometriche, motivi caleidoscopici e bottoni oversized su mini skirt e abitini.
Seguita da Michael Kors che, alla New York Fashion Week, presenta un look "Geometric Glamour” dai colori vibranti e primari della Op-Art da indossare con maglie o giacche dalle maniche lunghe che ricompongono un giusto equilibrio.

Una visione più lussuosa, quella di Gucci: Frida Giannini si ispira a Elizabeth Taylor, che rivive nei caftani vacanzieri e nelle lunghe tuniche arricchite da vistosi gioielli in resina. Gli abiti di Gucci della primavera estate scivolano sul corpo senza segnare forme, riflettono il senso di libertà di una diva in vacanza o di una donna degli anni ’60 su cui non si era ancora abbattuta la rivoluzione del power dressing.

Per arrivare ai cappottini Bon Ton di Louis Vuitton: stampe damier su abiti e accessori, fiori stilizzati e colori tenui. I volumi e i tagli sono minimal, puliti e geometrici in pieno mood sixties. Pance scoperte, abiti da sera glitterati, mini bags e longuette completano la perfetta simmetria della collezione. 
Mai come in questo momento sembra essere così moderna una citazione di Barbara Hulanicki, fondatrice di Biba, “Il bello è che gli anni ‘60 sono, oggi, moderni come allora. Quel che sembra di tendenza adesso, l’avevamo già inventato allora”.

 

Alessia Sica
Dal blog The New Art of Fashion