Chanel N°5: la storia di un mito in mostra a Parigi

In programma dal 5 maggio al 5 giugno, al Palais de Tokyo di Parigi, la mostra    N°5 Culture Chanel è interamente dedicata al leggendario profumo Chanel N°5 creato dal profumiere francese Ernest Beaux e lanciato da Gabrielle Chanel nel 1921 in ricordo di un amore perduto.

In programma dal 5 maggio al 5 giugno, al Palais de Tokyo di Parigi, la mostra    N°5 Culture Chanel è interamente dedicata al leggendario profumo Chanel N°5 creato dal profumiere francese Ernest Beaux e lanciato da Gabrielle Chanel nel 1921 in ricordo di un amore perduto.

A cura di Jean-Louis Froment, l’evento parigino vuole svelare le origini e i legami del profumo con la sua epoca e con le correnti avanguardiste che l’hanno attraversata – come il Cubismo, il Dadaismo e il Surrealismo.

Opere d’arte, fotografie, filmati, materiali d’archivio e oggetti che hanno ispirato la creazione di "un profumo da donna, dal profumo di donna", così come Mademoiselle Chanel amava definirlo.
Una fragranza atemporale e iconica, il N°5 è passato alla storia divenendo "leggenda” che nasce da un amore romantico finito in tragedia: un concentrato della vita e dei ricordi di Mademoiselle, dedicato alla scomparsa del suo primo grande amore Arthur Capel.
Venne battezzato con il numero 5 essendo la quinta proposta di Ernest Beaux, evitando così che si cercasse di connotarlo, sia in maniera figurativa che descrittiva.
Semplicità e rigore hanno sempre accompagnato il profumo anche nel packaging: flacone squadrato, linee grafiche pure e, all’interno di una confezione bianca profilata di nero, l’emblematica "doppia C", la cui eleganza rievoca le linee essenziali tipiche delle creazioni di Chanel.
"Il N°5 è un profumo che viene da lontano", spiega il curatore della mostra Jean-Louis Froment. "Attraversa paesi, giardini, libri, poesie e movimenti artistici, dove, ogni volta, ritrova la fonte della modernità della sua composizione". Per questo motivo è un giardino a fare da scenografia introduttiva all’esibizione. Una location splendida e una mostra da non perdere, aperta al pubblico dal 5 maggio al 5 giugno.


Alessia Sica
Dal blog The new art of fashion