Fuorisalone 2013: cosa fare a Milano nella settimana del design

Torna dal 9 al 14 aprile la fiera più attesa dalla Milano che conta, la più fashion, la più modaiola. Stiamo parlando dei Saloni, il Salone del Mobile come si dice da queste parti.

Torna dal 9 al 14 aprile la fiera più attesa dalla Milano che conta, la più fashion, la più modaiola. Stiamo parlando dei Saloni, il Salone del Mobile come si dice da queste parti.

Tutto il giorno si curiosa tra i padiglioni della nuova Fiera Rho Pero e la sera si ritorna in centro città perché c’è il FuoriSalone, un must per milanesi e non.

Tortona, zona Porta Genova, è ancora una volta in cima alla lista dei quartieri imperdibili nel FuoriSalone.
Qui si tiene TortonaDesignWeek, un laboratorio di idee dove si sperimentano soluzioni e formule per la città contemporanea e dove si può toccare con mano il futuro del design.

Quest’anno il tema portante è il rapporto tra presente e futuro.
Tra gli appuntamenti da mettere in agenda in questa zona, Swedish Design che sarà presente con più di 30 espositori nel padiglione svedese al Superstudio Più di via Tortona. I visitatori scopriranno il design e i materiali svedesi, i suoni della Svezia e il ghiaccio puro direttamente dall’Icehotel nella Lapponia svedese. E, in più, tre mostre di studenti provenienti da istituti di design scandinavi come il Carl Malmsten Furniture Studies e l’HDK di Steneby.

E se la folla e l’eccezionale quantità di eventi in zona Tortona vi spaventa un po’, niente paura. Per muoversi con facilità ci saranno mappe con percorsi ad hoc: mostre collettive per nazione, giovani designer, high tech, celebrities, design at large e green design.
Si può anche decidere di dormire nei paraggi, in modo da non perdere neppure un vernissage e una installazione. Basta prenotare una stanza al Nhow Hotel, quattro stelle ovviamente di design con camere moderne e colorate, opere d’arte contemporanea nella hall e originali vetrate.

Interessante anche la girandola di kermesse del quartiere Ventura Lambrate: oltre 135 gli espositori nella settimana del Fuorisalone, per un totale di 66 presentazioni.
Prima però non dimenticare di fare un salto in Triennale per le esposizioni temporanee ispirate, quest’anno, alla “sindrome dell’influenza”.

Tour obbligato per non perdere gli eventi che contano, il Brera Design District. Qui sono previsti oltre 90 eventi tra mostre, party e installazioni. Interessanti, nella prestigiosa cornice di Palazzo Brera, gli appuntamenti organizzati da Spazio Umbria dal 9 al 14 aprile, tutti dedicati al mondo del jazz.
Per districarsi nel quartiere con più facilità sono previsti banner segnaletici, mappe e bandiere a filari. Oltre a due percorsi consigliati, che seguono il file rouge di quest’anno, il “Fare Artigianale e Pensare Industriale”: il primo tra le botteghe artigianali del quartiere Brera, il secondo un food tour tra i ristoranti della zona.

 

Poco distante, in via Garibaldi, ancora spazio al design nordico, con gli appuntamenti che si terranno nel nuovissimo store di Republic of Fritz Hansen e di Casa Alto Adige (presso Dream Factory) con una serata tutta dedicata alla riscoperta di un materiale naturale, il legno, in chiave design.

 

Ma non è finita qui: in programma allestimenti e installazioni spettacolari anche nel chiostro dell’ex convento di San Simpliciano per Quiet Motion, realizzata da BMW in collaborazione con i designer francesi Bouroullec.
Impedibile, infine, l’esposizione multisensoriale di Lexus al museo Permanente di Milano, dedicata alla città del futuro e realizzata in collaborazione con Toyo Ito (neo premio Pritzker e Leone d’Oro all’ultima Biennale) e il designer Akihisa Hirata.