Cubismo a Roma, la mostra del Vittoriano

Dipinti a olio, disegni, sculture e oggetti di design che ripercorrono la nascita e l‘evoluzione del Cubismo.

Dipinti a olio, disegni, sculture e oggetti di design che ripercorrono la nascita e l‘evoluzione del Cubismo.

Al Complesso del Vittoriano fino al 23 giugno la bella mostra “Cubisti, Cubismo”: da Pablo Picasso e Georges Braque, passando attraverso Georges Braque, Fernand Leger, Albert Gleizes, Jean Metzinger, Gino Severini e Ardengo Soffici, in mostra oltre 200 opere firmate dai massimi esponenti del movimento artistico creato tra il 1907 e il 1914 in Francia.
Il cubismo segnò una vera e propria rivoluzione nel mondo dell’arte, paradigma di un mondo in mutamento, sconvolto da grandi cambiamenti politici e sociali, che proprio dalla pittura si estesero ai vari campi della cultura dell’epoca e che l’odierna esposizione del Vittoriano vuole ripercorrere attraverso le sue numerose forme artistiche di espressione. Il cubismo viene così raccontato, nel suo modo di manifestarsi nelle altre arti, attraverso varie sezioni: Letteratura, Musica, Cinema, Architettura, Teatro, Moda, Arti applicate.

Un percorso cronologico, che testimonia la ricchezza del cubismo e la sua lunga stagione creativa. Per restituire questa ricchezza, insieme alla complessità e alle molteplici sfaccettature del movimento, l’esposizione ha potuto vantare la collaborazione e il supporto di numerosi musei di grande prestigio. “Cubisti, Cubismo” è il risultato di una collaborazione con alcuni tra i più noti musei del mondo come la Tate, il Victoria and Albert Museum e la Courtauld Gallery di Londra, lo State Pushkin Museum of Fine Arts di Mosca, The State Hermitage Museum di San Pietroburgo, la National Gallery of Art di Washington e la Solomon R. Guggenheim Museum and Foundation di New York, il Philadelphia Museum of Art di Philadelphia, la Fundacio’n Coleccio’n Thyssen-Bornemisza di Madrid. Ma non solo, perchè la mostra del Vittoriano vede esposti anche capolavori di importanti gallerie e collezioni private.