Halloween: i film cult da rivedere e le novità al cinema

 La famigerata notte di Halloween è ormai arrivata.

Se non avete programmato di passarla a un party in maschera dove farvi notare per il vostro make-up originale  e l'attitudine orrorifica, allora è probabile che la passiate in casa, intente ai fornelli in preparazioni a base di zucca o davanti alla TV, rigorosamente in cerca di un film o una serie TV che crei la giusta atmosfera.

Il tipo di film da vedere la notte di Halloween lo decidete voi. Fermo restando che dovrà trattarsi di un film di ambientazione notturna e a tema streghe, fantasmi, morti viventi o magia, potrete muovervi nella comfort zone dell'amarcord: film già visti, magari da bambini, che non fanno più o non hanno mai fatto paura, con cui assentarsi per un po' dal mondo reale e credere al fantastico.

Fanno parte di questa categoria gli straordinari film di Tim Burton, curati in ogni dettaglio e capaci di incantare come le favole antiche.

Come per esempio Edward mani di forbice, film del 1990 con un giovanissimo Johnny Depp e la deliziosa ragazza della porta accanto di quegli anni, Winona Ryder, ormai quasi scomparsa dalle scene. Acclamato dalla critica e sempre amato dal pubblico, il film è considerato la migliore opera di Tim Burton, e lo stesso regista considera Edward mani di forbice come il film che più incarna il suo lavoro personale. Questa favola triste sulla diversità ruota intorno alle vicende di un misterioso ragazzo, artificiale ma con un cuore del tutto umano, che possiede forbici al posto delle mani, e della sua esperienza tra gli uomini in una borghese cittadina degli Stati Uniti, dove viene inizialmente accolto come una novità eccitante e poi costretto ad allontanarsi.

Dello stesso Burton, Nightmare before Christmas e La sposa cadavere sono due film d'animazione per adulti e piccini, di ambientazione decisamente dark.
Il primo, che si svolge nell'immaginario Paese di Halloween, vede come protagonista Jack Skeleton alle prese con il difficile tentativo di riprodurre un gioioso Natale nel suo paese di mostri e ombre.

La sposa cadavere, del 2005, è ispirata a un'antica storia folkloristica ebreo-russa, in cui un giovane e impacciato promesso sposo girovaga da solo in un bosco cercando di imparare per bene il giuramento matrimoniale che dovrà pronunciare di fronte alla sua sposa. Sfortuna vuole, che quel giuramento, nel bosco, lui riesca a pronunciarlo alla perfezione, infilando l'anello a quello che gli sembra un ramo secco, ma che in realtà altro non è che la mano scheletrica di una giovane defunta vestita da sposa, che ora pretende di essere sua moglie.

Altra black comedy di successo è stata La morte ti fa bella, un classico da vedere a Halloween, con Meryl Streep, Goldie Hawn e Bruce Willis, nei panni di due ex amiche defunte con un’insana voglia di restare giovani per sempre mentre le loro facce artefatte cadono a pezzi, e del loro chirurgo plastico. Curioso come proprio Meryl Streep sia una tra le pochissime di Hollywood che non ha mai fatto ricorso alla chirurgia plastica.

Peanuts: È il Grande Cocomero, Charlie Brown è un film consigliato a partire dai 4 anni: i piccoli protagonisti dei Peanuts credono che nella notte di Halloween il Grande Cocomero sorga dall'orto di cocomeri per elargire doni a tutti i bambini, proprio come fa Babbo Natale la notte del 24 dicembre.

A tema fantasmi, da non perdere naturalmente la serie dei Ghostbusters - Gli Acchiappafantasmi, diventati film cult degli anni '80 con Bill Murray, Dan Aykroyd e Harold Ramis.

Frankenstein Junior, del 1974, è la geniale parodia del più classico film dell'orrore. Il film è diretto e interpretato da Mel Brooks, nelle grottesche vesti del nipote dell'originale dottor Frankenstein, che, come il nonno, riporterà in vita un uomo morto creando una mostruosa creatura.

Passando ai film che hanno fatto paura davvero, molti sono i titoli da non dimenticare.
A cominciare da Il Corvo, film uscito nel 1994, a cui è legato un tragico episodio: il protagonista Brandon Lee, figlio di Bruce Lee, morì durante una scena a causa di un colpo di pistola. La scena prevedeva una sparatoria, ma le armi avrebbero dovuto essere tutte caricate a salve, invece non fu così.
La morte di Brandon, ancora più precoce e inspiegabile di quella del padre, rimase un mistero, e questo, insieme alle cupe atmosfere e a una grande colonna sonora, hanno reso Il Corvo un film cult.  Anche la trama è molto intensa: due ragazzi in procinto di sposarsi vengono uccisi qualche notte prima di Halloween da un gruppo di criminali: il corvo del titolo secondo un'antica leggenda avrebbe il potere di far resuscitare le anime particolarmente colme di rabbia e rancore, e così il ragazzo torna in vita per compiere la sua vendetta.

Shining, film del 1980, rese immortale Jack Nicholson nei panni dell’inquietante protagonista, e unì il genio della regia Stanley Kubrick a quello dello scrittore horror Stephen King, che ne è stato anche sceneggiatore. Shining racconta le disavventure di una famiglia composta da madre, padre e un bambino, trasferitisi in uno sperduto hotel in cui restano bloccati a causa di una straordinaria nevicata per tutto l’inverno, e come se non bastasse in compagnia di spaventose presenze soprannaturali.

L'enigmista è il celebre film del 2004 che dà il via alla saga di Saw: due sconosciuti si svegliano in una stanza, ignari di dove siano e come siano arrivati lì. Presto scopriranno di essere protagonisti del macabro gioco di un terribile serial killer.

 
I film horror di genere slasher, ovvero caratterizzati da un maniaco assassino, da omicidi compiuti preferibilmente con armi da taglio e da vittime spesso molto giovani, hanno tutti gli ingredienti per rendere davvero spaventosa la notte di Halloween. Due pellicole rientrano a pieno titolo in questa categoria, Nightmare e Scream, che diedero origine a un numero di sequel tale da costituire altrettante serie cinematografiche tra le più feconde degli ultimi trent'anni.

In Nightmare il deprecabile protagonista è l'ustionato Freddy Kruger, che viene bruciato vivo dai genitori dei bambini che aveva torturato, e che da morto ha il potere di apparire in sogno e continuare ad uccidere.
In Scream, la trama principale è incentrata sulla figura di un serial killer travestito con un costume di Halloween che uccide le coppiette.
A proposito di psicopatici, come non rivedere Psycho, l'indiscusso capolavoro di Alfred Hitchcock, ambientato a Phoenix, Arizona, nel dicembre 1959 e in seguito al quale nessuna donna ha mai più osato fare la doccia senza chiudere accuratamente la porta a chiave?

O, non solo per omonimia, American Psycho, film del 2000 tratto dal romanzo di Bret Easton Ellis, dove Christian Bale interpreta un odierno psicotico che lavora nell'ambiente di Wall Street come dirigente di una società finanziaria e che di notte dà libero sfogo alla sua follia trasformandosi in un assassino che uccide e conserva sezioni o interi cadaveri?

Hanno affascinato con le loro trame intricate e fatto tremare di paura il pubblico degli anni in cui i titoli non si traducono più (gli anni Duemila) The others e The ring.
In The Others una madre, interpretata da Nicole Kidman, vive con i suoi bambini in una grande casa, terrorizzata dai rumori che sente in continuazione e che le fanno sospettare la presenza di malvagie creature. Il film è girato e interpretato con grande stile, e si distingue da altri film di tema analogo per un sorprendente finale che dona al film una rilettura completamente originale.

Rimasto famoso per l'inquietante voce di bambina che premoniva la morte in "Sette giorni..." a partire dal momento in cui il malcapitato di turno aveva guardato una videocassetta stregata, The Ring, film del 2002, ha angosciato tutti coloro che l'hanno visto perché la maledizione della morte annunciata dalla piccola Samara sembra ricadere dal film sullo stesso pubblico cinematografico. Ma chi è perseguitato da Samara ha un solo modo per liberarsi della maledizione: cedere il maleficio a un'altra vittima passandole la videocassetta. Non sarà un caso se anche il film abbia avuto un così entusiastico passaparola, ma fortunatamente da allora le videocassette sono scomparse.

 

E al cinema?

Se non vi va di rivedere un vecchio film, sappiate che al cinema è appena uscito Ouija - L'origine del male, che racconta le origini della terribile tavoletta utilizzata per le sedute spiritiche. Negli anni Sessanta, una truffatrice che organizza sedute spiritiche simulate finisce con l'evocare davvero un'entità maligna, che le renderà la vita molto meno semplice.


Per i bambini, dai creatori di Shrek arriva Trolls, film di animazione che porta sul grande schermo le creature della mitologia nordica nella versione coloratissima dei pupazzetti dalle alte chiome inventati nel 1959 dal danese Thomas Dam. Qui al colore e alla positività a oltranza si uniscono le musiche di Justin Timberlake e il personaggio di un grande cattivo, il gigante Bergen, che ricorda i Puffi alle prese con Gargamella (anche lui, alla fine, in pieno tema Halloween, mago malvagio con pentolone, pozioni magiche e gatto sinistro).

 

Condividi su Facebook