Capodanno in piazza… partying all around the world

Passare il Capodanno in una grande città, in mezzo alla folla con la sensazione di essere al centro del mondo, è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

Si può vivere un Capodanno sensazionale e mondano in una bella città italiana, oppure raggiungere le capitali europee per una festa multiculturale e poliglotta.

 

Per chi resta in Italia, Paolo Rossi, Vinicio Capossela e Giuliano Palma saranno i protagonisti dell’evento di beneficenza di Piazza del Duomo a Milano, che avrà lo scopo di raccogliere fondi per gli alluvionati di Genova.

 

A Roma, in piazza del Quirinale, non mancherà il tradizionale concerto di musica classica con la presenza del Presidente della Repubblica; i Negramaro ed Enrico Brignano proporranno uno spettacolo inedito ai Fori Imperiali. 

 

A Torino in Piazza San Carlo, il concerto di Capodanno sarà presenziato da Renzo Arbore e la sua Orchestra Italiana, che regaleranno un travolgente show sui 150 dall’Unità d’Italia e una carrellata dei più grandi successi della canzone italiana.

 

A Firenze il Capodanno si potrà festeggiare con Caparezza in Piazza della Stazione. Chi preferisce qualcosa di più tematico, un coro gospel si esibisce in Piazza SS. Annunziata.

 

A Venezia il Capodanno più romantico: sotto i fuochi d’artificio di Piazza San Marco, tutti i presenti si scambiano un bacio per rispettare la tradizione del bacio collettivo di mezzanotte.

Fuori dall’Italia, molte sono le città che attraggono turisti e avventori di ogni provenienza.

A Londra si celebra l’ultima notte dell’anno con uno dei più spettacolari eventi di fuochi artificiali del mondo. Dopo che il Big Ben ha battuto la mezzanotte, il cielo si illumina esplodendo di colori di fronte alla gente affollata lungo la costa del Tamigi.

Un modo unico di sperimentare questa notte speciale è a bordo di un battello in festa, che parte dal Festival Pier (il molo del Festival) e percorre il fiume fino a ritornare al famoso campanile. La tradizione vuole che dopo la mezzanotte si vada a scaldarsi e a continuare la serata in bar e club londinesi (attenzione: per molti è necessaria la prenotazione).

 

La celebrazione a Berlino del Silvester, come viene chiamata la notte di Capodanno in terra teutonica, è un party gigantesco.

La folla si raduna intorno alla porta di Brandeburgo, punto focale della movida berlinese che attrae oltre un milione di visitatori.

Band più o meno note e fuochi artificiali di grande effetto animano la serata, mentre il caos si dilata lungo tutto l’Oberbaumbrücke, il ponte più lungo di Berlino.

 

Gli scozzesi di Edimburgo si preparano a quattro giorni buoni di feste e bagordi per dare il benvenuto al 2012. L’assalto al nuovo anno comincia due giorni prima e si trascina fino al 2 gennaio. Migliaia di persone la notte del 31 dicembre scendono nelle strade e assistono al Hogmanay Concert, che si tiene nei Giardini di West Princes Street. Quando arriva la mezzanotte, vengono sparati i fuochi in alto sopra il Castello di Edimburgo e la gente inizia a cantare.

 

La vecchia tradizione spagnola della Noche Vieja impone che si mangino 12 acini d’uva, uno a ogni rintocco della mezzanotte, perché il nuovo anno cominci dolcemente. Molte saranno le band collocate nelle principali piazze della città, per ballare a ritmo di rock, salsa o flamenco.

Chi resta a Barcellona fino al 5 gennaio, potrà assistere anche alla sfilata dei re magi, la Cabalgata de los Reyes Magos, che arrivano in nave al porto, per poi procedere lentamente lungo le vie, gettando dolciumi ai bambini che incontrano sul loro cammino.

 

Niente fuochi artificiali, petardi o altri spettacoli pirotecnici a Parigi. L’ultimo Capodanno con spettacolo con fuochi d’artificio sopra il Trocadero è stato quello del 2000, per celebrare l’arrivo del nuovo secolo. Da allora, il Capodanno parigino è all’insegna della sicurezza, e chi proprio vuole brindare in strada, nella Ville Lumiere splendidamente illuminata, dovrà travasare lo champagne in bicchieri di plastica.

 

 

Angela Langone

 

 

Condividi su Facebook