Come organizzare un ufficio in casa di stile e funzionale

Sono sempre di più le persone che scelgono di lavorare da casa: il web permette, in questo senso, grande libertà e la possibilità di connettersi ovunque.

 

 

Certo, però, è importante organizzare un ufficio in casa: per quanto poco spazio si abbia a disposizione, è fondamentale avere un angolo home office funzionale dove mettere alla prova creatività e produttività.
Parole d’ordine? Organizzazione e stile. Ecco come creare un ufficio di stile in casa in poche mosse.
Se disponiamo di un ambiente abbastanza grande, o addirittura di un locale intero, per organizzare un ufficio in casa servirà una grande scrivania, una poltrona ergonomica, una libreria e una cassettiera da utilizzare come archivio.

Ma se, come capita nella maggioranza dei casi, lo spazio a disposizione non è molto, sarà necessario ricavare un angolo di privacy nella stanza più spaziosa o in quella più tranquilla dell’abitazione.

 

 

Indispensabile una scrivania compatta, preferibilmente di un colore che si intoni con il resto dell’arredamento, in modo che si armonizzi con l’ambiente.
Disegnato dall’architetto Achille Castiglioni lo Scrittarello di De Padova è un tavolo dalle linee leggere che si compone di un piano e di scaffali in multistrato impiallacciato, in faggio laminato bianco. Semplice ma estremamente funzionale, il piano è realizzato in multistrato di faggio stratificato e il basamento in faggio massiccio.

 

Pensate in verticale

Se il vostro home office è piccolo, inoltre, dovete pensare in… verticale! Al bando grandi archivi, librerie e armadi ingombranti e via libera a un sistema di archivi e mensole appesi alla parete sopra la scrivania, oppure a sistemi modulari con contenitori, che permettono di avere tutto a portata di mano e in perfetto ordine.

 

 

Un posto per ogni documento

Quando lo spazio a disposizione è poco, essere ordinati è fondamentale per ritrovare subito documenti importanti e lavorare in modo razionale e produttivo.
Il segreto per proteggersi dalla confusione è individuare un metodo preventivo per gestire la carta e applicarlo con diligenza, prima che note e foglietti vari si accatastino all’impazzata.
Esistono delle linee di contenitori di design (raccoglitori, porta documenti, porta cancelleria) che permettono di archiviare tutto il vostro materiale in perfetto ordine e sono così piacevoli e di stile che non è necessario nasconderli, anzi diventeranno un prezioso elemento di arredo del vostro locale.

 

L’importanza dell’illuminazione

 

Una buona illuminazione, soprattutto se lo spazio è stato creato per lavorare al computer, per studiare o scrivere è certamente fondamentale. Se avete la fortuna di avere una stanza con un’illuminazione naturale, meglio sfruttarla al massimo; ma se la stanza è buia, o comunque amate lavorare anche la sera, il suggerimento è di utilizzare una buona lampada che riesca a illuminare tutta la postazione di lavoro. Ci piace molto lo stile essenziale e vintage della Lampada da tavolo Type 75 di Anglepoise (in foto).

 

Lo studio che scompare

 

E se proprio lo spazio a disposizione per organizzare un ufficio in casa manca? Optate per uno studio a scomparsa.
Le soluzioni proposte dai brand d'arredamento sono davvero tante. Ci sono gli angoli studio ricavati all'interno di un armadio, per esempio, perfetti per chi ha tante carte, oggetti e materiali da sistemare.
Una soluzione più semplice è la scrivania a parete o lo scrittoio richiudibile.
Desk Box, per esempio, firmato dallo studio Raw Edges per l’azienda olandese Arco, è un sorprendente e pratico tavolo pensile che è anche un contenitore. Da aperto è una piccola postazione di lavoro, elegante e funzionale anche se ridotta, e quando non serve può essere richiuso con una semplice pressione, in modo da formare una bella mensola.

 

 

Condividi su Facebook